Motori

WRC di Francia: Ogier arriva primo ed è campione del mondo

3 minuti

Ogier vince a casa sua, in Francia, sia il rally che il mondiale a bordo della VW Polo WRC

le-pilote-francais-sebastien-ogier-lors-du-rallye-de-france-_1297549

Ogier

E’ stato un rally dalle mille emozioni quello di Francia Alsazia 2013, nonostante le premesse non fossero delle migliori. Il perché di quest’ultima frase può essere sintetizzato in due semplici fattori: il primo è Loeb, il secondo è il mondiale chiuso già in partenza da Ogier. Se infatti Loeb, si sa, spesso vince in solitaria i suoi rally (nonostante sia uno dei migliori rallisti di sempre, va detto che non è il più spettacolare) ci si mette anche Ogier che vince il mondiale già dalla PS1 (prova spettacolo) grazie al suo terzo tempo. Dunque con i giochi conclusi in casa Volkswagen, un Loeb che conosciamo tutti (ossia il cannibale) e pochi altri nomi che quest’anno non hanno spiccato per “qualità”, si preannunciava un rally monotono. Così invece non è stata, anzi, è avvenuto proprio l’opposto.

31408_francia,_ps17__ogier_incrementa_il_suo_vantaggio

Fino a ieri sera erano infatti ben 4 i piloti ad essere racchiusi all’interno dei primi 5 secondi! Una situazione che non accadeva da molto tempo nel mondiale e che ha riportato la mente, anche se per poco, ai fasti di un tempo. Sino alla PS13 Neuville ha spinto come un pazzo, poi una foratura l’ha fatto precipitare al quinto posto staccato di oltre un minuto. Tuttavia il pilota belga ha dimostrato una volta per tutte il suo valore reale questa volta, non commettendo errori e spingendo sino all’ultima speciale (ha infatti vinto la Power Stage) e chiudendo poi quarto in classifica generale. La quarta posizione del pilota belga, nonostante la foratura, è dovuta soprattutto al ritiro di Sebastien Loeb che ha commesso un errore durante la prima speciale di giornata (la 15) capottando la sua Citroen DS3. Un errore che il francese non commetteva da diverso tempo, dovuto probabilmente dal distacco da questo mondo nell’ultima stagione e anche dalla situazione estrema in cui si trovavano le strade questa mattina. Sono stati infatti diversi i piloti che hanno commesso errori (non così gravi) durante la PS15 e quelle successive, tra cui Kubica (che ha comunque vinto il rally WRC2). Terzo posto invece per Latvala che nonostante i buoni tempi nella giornata di ieri (era al comando) non ha brillato quest’oggi chiudendo dietro a Dani Sordo. Un Sordo che non si è comportato male in questo rally, attaccando diverse volte Ogier senza però riuscirci. Lo spagnolo ha chiuso comunque ha poco più di 12″ dal leader della gara. Ogier, come detto in precedenza, chiude la gara primo nonostante una partenza “con calma” dove aveva raggiunto addirittura i 25″ di distacco. In molto lo davano per vinto, dato che lui stesso aveva detto di non essere poi così motivato (aveva già il titolo in tasca), tuttavia l’atmosfera di casa l’ha portato a recuperare uno svantaggio elevato sui suoi avversari, dimostrando la vera stoffa del campione.

Segui Stintup Motorsport anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

131006_out

La top ten è chiusa poi da Novikov, un (ennesimo) deludente Hirvonen, Mikkelsen, Ostberg, Kubica e Dumas. Se per quanto riguarda Novikov e soprattutto Mikkelsen bisognerà aspettare la prossima stagione per giudicarli realmente, Hirvonen ha ormai dimostrato largamente di essere “l’eterno secondo” e la sua età non lo fa di certo ben sperare. La stessa cosa riguarda Latvala, nonostante abbia comunque qualche anno in meno e una condizione migliore. Ottima invece la gara di Robert Kubica, che dopo le prime gara “disastrose” a causa delle ripetute uscite, ha preso la mano con questa vettura andando a vincere gli ultimi rally di WRC2 e piazzandosi al primo posto della classifica della categoria minore.

Classifica finale (primi dieci)
1. Sebastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 2.53’07″6
2. Dani Sordo – Citroen DS3 WRC – +12″2
3. Jari-Matti Latvala – Volkswagen Polo R WRC – +19″5
4. Thierry Neuville – Ford Fiesta RS WRC – +1’14″1
5. Evgeny Novikov – Ford Fiesta RS WRC – +3’10″9
6. Mikko Hirvonen – Citroen DS3 WRC – +3’37″7
7. Andreas Mikkelsen – Volkswagen Polo R WRC – +4’04″2
8. Mads Ostberg – Ford Fiesta RS WRC – +4’35″2
9. Robert Kubica – Citroen DS3 RRC – +9’31″4
10. Romain Dumas – Ford Fiesta RS WRC – +11’55″8

Copyright Image: Getty Images

 

Video sponsorizzato per Volkswagen Group

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Commenti

I più letti del mese

To Top