Accessori e Periferiche

WoodBack Treble Clef: la custodia premium in legno per il vostro Note 4 | Recensione

Avendo un Note 4 come dispositivo personale, so bene che le sue cornici in metallo non sono il massimo come resistenza ai graffi e anche il suo design non è certamente ai vertici della categoria. Ma grazie a questa custodia in legno vi ricrederete

6 minuti

Quando acquistai il Samsung Galaxy Note 4 lo scorso Novembre non lo feci di certo per un fattore estetico, altrimenti sarei andato ad occhi chiusi su Htc o iPhone o perché no avrei aspettato i nuovi S6. Purtroppo però nessuno di questi telefoni può minimamente raggiungere il Note 4 in termini di produttività (sì, sono uno dei pochi che usa il pennino, da quanto leggo in rete). Peccato che all’epoca non ero minimamente a conoscenza dell’esistenza di custodie…in legno. Sì, vero legno!

Acquista su Amazon Vedi la custodia sul sito ufficiale Cover-Up

Segui Stintup anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Anche l’occhio vuole la sua parte. Fin’ora non avevo mai considerato l’esistenza di custodie di altri materiali oltre alla classica plastica o gomma morbida. Poi sono stato contattato da un’azienda che già conoscevo da tempo (la Cover-Up) ma della quale non avevo approfondito un reparto che si occupa esclusivamente di custodie in legno. Già, legno, avete letto bene. Mi è stato chiesto se ero interessato a testare le loro custodie #WoodBack.

All’inizio non ero molto convinto dell’idea. Stavo pensando a come fosse possibile creare una custodia in legno che fosse resistente e flessibile allo stesso tempo e senza rovinare il telefono nei vari togli/metti.
Poi però quando mi è stato spiegato che queste custodie sono tutte prodotte nel laboratorio di Cover-Up del Galles meridionale (Regno Unito) e che ogni custodia WoodBack è tagliata al laser e rifinita a mano allora ho subito cambiato idea. E vi assicuro che se toccate alcuni particolari di questa custodia, come la chiave di violino (Treble Clef in inglese), ve ne accorgerete subito che le rifiniture a mano sono lì presenti a rendere ogni custodia unica e particolare.

DSC_1120

Certo, per molti di voi sarà un particolare da niente, ma sono sicuro che per altri no, me compreso. Mi sono sempre chiesto per quale assurdo motivo alcune persone acquistano telefoni da oltre 700 euro per poi “proteggerli” con custodie cinesi da 5 euro (quando va bene). Spesso infatti queste custodie non solo rovinano il lato estetico del telefono ma anche il telefono stesso (con rigature sulle parti in alluminio, Note 4 presente purtroppo).

Le due cose che mi preoccupavano maggiormente sono: le temperature dei componenti interni in seguito all’aggiunta di una cover in legno (e vi ricordo che è in vero legno) con interno in policarbonato e il montaggio della stessa.
Avevo infatti paura che fosse troppo rigida e che creasse qualche problema di troppo non tanto nell’operazione di inserimento del telefono bensì in quella di estrazione. E invece, fortunatamente, tutto questo non sussiste. La cover è sì resistente e robusta ma è anche flessibile al punto giusto

Anche per quanto riguarda le temperature fortunatamente tutti i miei dubbi sono scomparsi. Nonostante queste giornate focose (nel vero senso della parola) il telefono non ha mai superato i 60°C durante i giochi, l’installazione di varie app e l’apertura della fotocamera per registrare filmati in FullHD a 60fps. Insomma, temperature nella norma e identiche a quando il telefono è senza cover. Inoltre c’è anche un vantaggio in tutto questo, che non mi sarei aspettato o molto probabilmente non ci ho mai riflettuto: grazie ai materiali (policarbonato a stretto contatto con il telefono e legno sul posteriore) la sensazione di caldo che avvertirete sulla mano sarà decisamente minore rispetto a tenere il telefono direttamente senza cover. Ma quest’ultimo aspetto probabilmente lo si ottiene anche con altre cover (che non siano però in metallo), anche se magari non in modo così accentuato.

DSC_1105

Infine mi ha stupito moltissimo la sottigliezza di questa cover. Se guardate il telefono da davanti farete fatica a notarla, ve l’assicuro. Se consideriamo che è in vero legno posso certamente dire che il lavoro effettuato da Cover-Up per questa custodia è davvero sublime. Come non citare poi la piacevolezza di tenere in mano un telefono “in legno” piuttosto che in policarbonato (ma questo è totalmente soggettivo).

Per ultimo vorrei sottolineare due aspetti, uno negativo e uno positivo. Se infatti possiamo dire che la sottigliezza di questa custodia è impressionante e che una volta messa non si nota nemmeno e non da’ alcuna sensazione di ingrossare il telefono, posso invece dire che la protezione in caso di caduta non è certamente il punto di forza di questa cover. Il posteriore è ben protetto (cosa molto importante visto che la fotocamera sporgente è la cosa più delicata, mentre con questa custodia viene totalmente coperta), mentre le parti frontali superiori e inferiori non lo sono affatto, o comunque lo sono poco. Ma questo è normale per le cover di questo genere, altrimenti si andrebbero a coprire tutti i bordi di questo Note 4, il che non è il caso visto che questa custodia è in primis un oggetto estetico e andare a coprire uno dei pochi lati belli del Note (i bordi sono in alluminio) non sarebbe il massimo. Questione di scelta insomma; io preferisco una custodia che protegga un pelo meno ma non rovini del tutto l’estetica del telefono, cosa che questa WoodBack rispetta in pieno, anzi, la migliora addirittura.
Fortunatamente, comunque, la parte in policarbonato rende salda la presa (il che è molto importante nel caso di telefoni oltre i 5 pollici) e permette anche di appoggiare lo smartphone a “faccia in giù” senza il timore di rovinare lo schermo. I bordi laterali in policarbonato presentano infatti un minuscolo rialzo che non rovina la user experience (sto parlando degli slide laterali con il dito) ma che allo stesso tempo regala una protezione in più. Vorrei sottolineare come questa parte in policarbonato non sia stata lasciata al caso ma sia stata curata anch’essa. Non presenta infatti nemmeno un leggero difetto o piccola bolla tipica di questo materiale morbido.

DSC_1107

Chiudo dicendo che tutte le porte sono facilmente accessibili (anche il jack-audio, sebbene utilizzi un jack molto grosso avendo un adattatore per 6.3mm) e anche i tasti del volume e di accensione sono facilmente raggiungibili.

Insomma una custodia che mi sento assolutamente di consigliare a tutti i possessori di questo fantastico smartphone, vi sembrerà di avere un telefono completamente nuovo e molto più “premium” rispetto a prima. Dal canto opposto però avrete una protezione media con le parti superiore e inferiore scoperte.

Infine il prezzo: 35 euro per questa versione con chiave di violino disegnata sul retro (ma vi ricordo che si trovano altre custodie sempre in legno a partire da 24 euro sul sito ufficiale e su Amazon!). E’ vero, non sono pochi. Ma se considerate i materiali, la leggerezza e le rifiniture di questa cover allora possiamo capire il prezzo elevato. Che poi se viene raffrontato al costo di molte altre custodie sul mercato (anche maggiore di questo, ma in plastica) allora possiamo dire che il prezzo è ragionevole per quel che offre. Senza contare che avrete una custodia a dir poco unica ed esclusiva.

Acquista su Amazon Vedi la custodia sul sito ufficiale Cover-Up

WoodBack Treble Clef per Note 4

35
WoodBack Treble Clef per Note 4
9.3

Design/Estetica

10/10

    Materiali

    10/10

      Protezione

      7/10

        Leggerezza

        10/10

          Facilità di montaggio

          10/10

            Pros

            • Design
            • Qualità di costruzione
            • Vero legno
            • Plastica morbida ma robusta
            • Ottimi spazi per gli ingressi e uscite audio

            Cons

            • Prezzo
            • Protezione non ottimale degli angoli superiori
            Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
            Per saperne di più e contattarci clicca qui.
            Basta un LIKE su Facebook per supportare Stintup.
            Siamo anche su TelegramInstagram, Periscope e YouTube.
            Commenti

            I più letti del mese

            To Top