Tecnologia

Stonex One: lo smartphone italiano a meno di 300 euro

3 minuti

Facchinetti fa sul serio: 299 euro per il “suo” smartphone, lo Stonex One, e pre-ordini sospesi per “troppo traffico”

La maggior parte di voi avrà sicuramente sentito parlare di questo Stonex One. Non tanto per il prezzo o la sua campagna marketing che prende spunto da quella della OnePlus per l’omonimo One, bensì per l’autore di tutto ciò: Francesco Facchinetti. Sì, proprio lui, quello della “canzone del capitano”, il figlio del “Facchinetti dei Pooh”, insomma.

[infobox title=’Facchinetti vs Jobs?’][/infobox]

Segui Stintup anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Grazie alla sua notorietà e ai milioni di fan che lo seguono quotidianamente sui social network, la voce si è sparsa molto più rapidamente di quello che poteva accadere senza di lui. La campagna, come detto, si ispira molto a quella della OnePlus: i dettagli dello smartphone (come le caratteristiche tecniche) sono stati svelati in differenti momenti, in modo da aumentare l’hype. C’è da dire che l’unione di tutto ciò, grazie al passaparola (o meglio, condivisioni) attraverso i social network, ha portato tutti i blog del settore (e non solo) a parlarne. Ormai qualsiasi “tech-addicted” ne è a conoscenza. Questa volta però, grazie a Facchinetti probabilmente, la campagna marketing si è spinta oltre, andando a coinvolgere anche tutti i suoi fans (e non) che magari di tecnologia ne masticano poca o comunque non seguono i blog del settore.

Tutto questo funzionerà? Bisognerà attendere i prossimi sviluppi. Fatto sta che anche in Stonex sono ben consapevoli che in Italia il bacino di Internet non è così produttivo come all’estero e che dunque il marketing va fatto (o andrebbe fatto) attraverso i media tradizionali, ossia quelli più seguiti ancora oggi nel nostro Paese (tv, radio e giornali). E con Facchinetti questo potrebbe essere senz’altro possibile.

Credit: Wired.it

Credit: Wired.it

Piccola nota: avrete sicuramente notato che in rete c’è chi lo accosta senza farsi molti scrupoli a un tale a caso, un certo Steve Jobs. Basta andare su Repubblica, ilGiornale, Motherboard (vice) o ancora Yahoo! Notizie. Tutto questo mi ricorda molto l’episodio di qualche anno fa, riguardante un certo Egomnia e il suo “fondatore” Matteo Achilli accostato a Zuckerberg (quella volta fu ancora più clamoroso, dato che la notizia fu riportata anche dalla BBC e da BI)…poi, sì, insomma abbiamo sentito tutti parlare del suo super progetto no?

Per carità, senza nulla togliere a Facchinetti (o ad Achilli a suo tempo) non capisco come faccia la stampa a fare certi paragoni azzardati che non stanno né in cielo né in terra. Se poi tutto ciò si avvererà e il “capitano” raggiungerà dunque la notorietà e l’importanza che ha avuto un visionario del calibro di Jobs, allora tanto di cappello; ed io sarò il primo a congratularsi con lui.

[infobox title=’Stonex One’][/infobox]

Parliamo ora del telefono: il prezzo, diciamocelo, è allettante di suo, specie se è davvero un telefono “fatto” in Italia e non il solito prodotto (cinese) rimarchiato.

stonexone_fr

Credit: Stonex

Le caratteristiche tecniche sono di tutto rispetto (anche se a me qualche dubbio su quel processore MediaTek, consentitemelo, mi viene…però sono anche convinto che se questi ragazzi l’hanno scelto un motivo ci sarà..sperando non sia il prezzo).

Schermo  5,5” QHD (1.440 x 2.560 pixel) con vetro AGC Dragontrail
CPU  MediaTek Helio X10 MT6795 64-bit octa-core a 2 GHz
RAM  3 GB LPDDR3 a 1.866 MHz
Memoria  32 GB eMMC 5.0 espandibile (con microSD fino a 64 GB)
Camera (Post)  Sony IMX230 21 MP (192 punti di messa a fuoco), HDR video (4K, [email protected], [email protected])
Camera (Front)   8 MP
Connettività  LTE, Bluetooth, NFC, Wi-Fi
Sensori  prossimità, luminosità, bussola, giroscopio, accelerometro
Batteria   3.000 mAh removibile
OS   Android 5.0 Lollipop
Prezzo  299€

[infobox title=’#Galielo’][/infobox]

Stonex One sarà inizialmente disponibile in versione limitata a “soli” 10’000 pezzi. Verrà denominata #Galileo e non avrà alcun marchio stampato su di esso (stile OnePlus One insomma).

Il colore è rigorosamente il blu (e sul sito ufficiale si legge anche una citazione che dovrebbe cercare di spiegare il perché di tutto questo).

Per ora intanto i pre-ordini della serie #Galileo sono sospesi per “troppo carico sui server, che non sono riusciti a gestire il traffico inaspettato delle prime ore”. Riapriranno il 27 Maggio dopo un corposo aggiornamento dei server stessi (a quanto si legge sul sito ufficiale). Certo che in una settimana di tempo questi server dovranno essere davvero “super prestazionali”!

[infobox title=’Conclusioni’][/infobox]

Cosa dire di questo Stonex One? Beh, come avrete avuto modo di leggere la curiosità da parte mia è molta, non solo per il prodotto ma soprattutto per quello che c’è dietro. Io comunque voglio cercare di essere ottimista e credere in questo progetto per il semplice fatto di essere italiano (sperando, appunto, che lo sia veramente al 100%, componenti esclusi ovviamente).

Forza Stonex dunque e speriamo davvero che le promesse siano mantenute!

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Basta un LIKE su Facebook per supportare Stintup.
Siamo anche su TelegramInstagram, Periscope e YouTube.
Commenti

I più letti del mese

To Top