Grecia

Alla scoperta delle isole greche (Cicladi): Santorini, Ios e Milos in due settimane ad ottobre

Viaggio alla scoperta delle isole dell’arcipelago delle Cicladi in Grecia: da Santorini a Milos passando per Ios, via mare, terra e cielo!

5 minuti

Sono passati ben cinque mesi dalla fine di questo stupendo viaggio che vi sto per raccontare. Il motivo per il quale mi sono messo a scrivere solo ora questo post non lo so nemmeno io di preciso, forse la mancanza di tempo, forse la difficoltà nel trovare un argomento giusto. Riguardo il secondo motivo ho pensato bene di dividere il viaggio in più articoli. Uno che parlerà del viaggio in generale, senza andare nel dettaglio, e altri che parleranno dei particolari visti nelle varie isole visitate. Ovviamente li troverete tutti nella sezione VIAGGI (la trovate nel menu in alto).

Qui di seguito vi posto gli articoli di questo viaggio, ricordandovi anche che nella sezione Viaggi trovate tutti i nostri racconti di viaggio:
1) 1^ ISOLASantorini ad ottobre: 4 giorni in quad
2) 2^ ISOLAIos, Cicladi, in ottobre: 5 giorni in un’isola tutta per noi
3) 3^ ISOLAMilos in ottobre: 6 giorni tra sterrati, scogliere bianche e mare cristallino

Non ero mai stato in Grecia ma ne avevo sentito parlare un gran bene dai miei genitori, amanti della Grecia, terraferma inclusa, soprattutto per la presenza di molti sterrati e del clima secco (l’hanno girata molto in moto, giusto qualche anno fa, si fa per dire). Fatto sta che erano anni che avevo voglia di visitarla, anche se il mio desiderio era sempre stato quello di fare un tour delle isole, scegliendo quelle che mi ispiravano di più.

Segui Stintup anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Così la scorsa estate io e la mia ragazza Greta abbiamo preso la decisione di organizzare un bel tour nelle isole greche. Non è stato semplice, anche perché sceglierne alcune tra la moltitudine è davvero un’impresa difficile. Senza contare la difficoltà nel scegliere il periodo giusto, il numero di giorni da dedicare ad ogni isola, i mezzi per arrivarci e molto altro.

Ciao! Se ti interessa un buono Booking.com del valore di 15€ per la tua prima prenotazione clicca qui.

In ottobre i turisti sono pochi e i prezzi sono molto più accessibili rispetto al periodo estivo

Dopo settimane passate a leggere mille guide e forum online, siamo giunti alla conclusione che il periodo a noi migliore (senza esami e lezioni varie) era quello di fine settembre/inizio ottobre. Anche il clima sembrava quello più adatto visto che non avevamo intenzione di passare le giornate a poltrire in spiaggia. Ultima cosa ma non meno importante, in questo periodo c’è poco “traffico”, i turisti sono ormai pochi e i prezzi sono molto più accessibili rispetto al periodo estivo.

Oia, Santorini

Oia, Santorini

Santorini ha dei paesaggi spettacolari grazie ai centri abitati sulla Caldera, ma le spiagge non sono il suo forte

La nostra decisione finale è ricaduta sul periodo prettamente autunnale (almeno da noi al Nord Italia), più precisamente dal 29 settembre al 13 ottobre. Due settimane ci sono sembrate l’ideale per visitare per bene tre isole. Sceglierle è stato davvero complicato. Abbiamo deciso di rudere la ricerca alle sole Cicladi, ci sembravano la meta migliore per la prima visita in Grecia. Santorini è stata la prima, ne avevo sempre sentito parlare e le foto del capoluogo Oia mi hanno sempre lasciato senza fiato; non potevamo escluderla. Inoltre a Santorini è presente un aeroporto internazionale; in soldoni ci atterranno anche i voli low cost, tra i quali EasyJet.

Ios in ottobre vi sembrerà un’isola privata…non c’è davvero nessuno in giro, tranne le capre

Poi dovevamo scegliere un’isola che fosse vicina, in modo da raggiungerla via nave in poche ore. Dato che Santorini sapevamo non fosse la meta ideale per vedere delle belle spiagge e un’acqua cristallina, abbiamo puntato su Ios, un’isola da dimenticare d’estate per la folla di ragazzini che la frequentano (ci sono molti locali notturni) ma assolutamente da non perdere nel periodo in cui siamo andati noi (si ringraziano gli utenti del forum di Tripadvisor per questo consiglio utilissimo). Da Santorini ad Ios ci si mette davvero poco via nave; noi abbiamo scelto l’aliscafo dato che il costo era molto simile al traghetto ma soprattutto il traghetto classico ed economico non c’era quel giorno.

Manganari, Ios

Manganari, Ios

Il problema di viaggiare in Grecia in ottobre è proprio questo. Se escludiamo Santorini, nelle altre isole molti mezzi non girano più, le attività sono chiuse (anche molti supermercati e ristoranti), i traghetti sono scarsi e molti giorni non ci sono (potete verificarlo da voi tramite i siti di ricerca orari, io ho utilizzano OpenSeas, che ha anche un’app per smartphone).

In autunno molte attività sono chiuse e i traghetti scarseggiano; in compenso avrete intere spiagge solo per voi.

La terza isola doveva essere possibilmente vicina ad Ios. L’idea era ricaduta, dopo un’attenta selezione, su Mykonos o Milos. La prima ci attirava per la presenza dell’aeroporto internazionale, comodo per tornare direttamente a casa. Milos per la presenza di quelle scogliere bianche che difficilmente si trovano così facilmente, specie con quell’acqua cristallina, tanto da sembrare finta o meglio disegnata. La scelta è ricaduta alla fine su Milos, per i motivi prima citati.

Sarakiniko, Milos

Sarakiniko, Milos

Milos è il paradiso dei fotografi: colori (in primis il villaggio di Klima) e paesaggi che sembrano lunari (Sarakiniko)

Fortunatamente questa volta siamo riusciti a far coincidere la trasferta in nave da Ios a Milos con la disponibilità del traghetto economico. Ci mette un po’ di più ma vi gustate il fantastico paesaggio e ne vale assolutamente la pena. Si passa anche per delle piccole isole, come Folegandros, che tanto ci hanno attirato ma che abbiamo dovuto scartare. Come vi dicevo prima infatti in quel periodo molte attività sono chiuse anche nelle isole più grandi, figuratevi nelle piccole isole dove anche in estate non si trova granché. Sono invece l’ideale appunto nel periodo estivo, specie se si vuole stare lontani dalla “massa” che affolla le isole più grandi e famose come quelle da noi visitate.

Come vi ho anticipato poco sopra, Milos non ha un aeroporto internazionale, ma uno nazionale sì! I voli sono effettuati dalla compagnia grecia Aegean Airlines, sono voli abbastanza economici con aerei ad elica. Con meno di 50 euro si vola da Milos ad Atene in pochissimo tempo, da dove è poi possibile trovare moltissimi voli economici per l’Italia. Direi che in confronto al costo dei traghetti è quasi regalato. Il servizio non è male, a bordo viene anche dato un pasto (snack) e delle bevande.

Per i dettagli sulla vacanza completa vi do appuntamento ai prossimi giorni con interessanti nuovi articoli informativi, sempre nelle sezione viaggi! Vi aspetto numerosi 🙂

Se invece siete qui che fremete dal desiderio di sapere com’è andata e volete avere maggiori informazioni, soprattutto più dettagliate, delle varie isole: la mia ragazza ne ha già parlato qui.

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Commenti

I più letti del mese

To Top