Tecnologia

Samsung Galaxy Note 9: il top gamma si rinnova senza stravolgere il passato

Samsung Galaxy Note 9 è il nuovo top gamma presentato dalla casa coreana ieri. Nulla di innovativo ma una un buon upgrade migliorativo.

Photo: TheVerge

Samsung Galaxy Note 9 è stato presentato ufficialmente ieri alla stampa internazionale. Lo smartphone top gamma dell’azienda coreana, da sempre votato al settore business ma negli ultimi anni con occhio di riguardo al pubblico generalista, potrebbe sembrare identico rispetto al suo predecessore.

L’azienda coreana ha infatti deciso di mantenere le linee del passato, riducendo leggermente la curvatura del display (buona cosa per l’uso del pennino) e migliorando quelli che erano i suoi punti deboli, due principalmente: la batteria e il sensore delle impronte. La prima è stata decisamente migliorata, il secondo invece, sebbene sia stato abbassato e reso di più facile accesso, poteva essere implementato in modo migliore a mio avviso.

galaxy note 9

Nuova S Pen con BLE

La S Pen non è più passiva, ora ha infatti il BLE (Bluetooth Low Energy) e si ricarica in pochi secondi quando la mettiamo nell’apposito carellino del Galaxy Note 9.

Oltre ad avere più livelli di pressione e quindi una maggiore precisione, la nuova S Pen grazie al BLE può fungere da telecomando! Possiamo usare il pulsantino per scattare foto da remoto, per cambiare slide, e molto altro. Inoltre i comandi sono personalizzabili.

galaxy note 9

Linee e materiali identici allo scorso anno

Esteticamente è davvero difficile notare differenze tra questo Galaxy Note 9 e il “vecchio” Note 8. Anche i materiali sono gli stessi: vetro davanti e dietro e metallo per le cornici laterali.

Le dimensioni sono decisamente importanti, anche perché sebbene le cornici siano sottili sono comunque presenti, mentre il display è più grande del passato. 161.9 x 76.4 x 8.8mm per 201 grammi di peso.

galaxy note 9

Caratteristiche tecniche

Display 6,4″ Quad HD+ Super AMOLED, 2960×1440 (516ppi)
SoC – Exynos 9810 (octa-core 2.7GHz)
– GPU ARM Mali G72 MP18
RAM 6GB o 8GB a seconda della versione (LPDDR4)
ROM – 128GB o 512GB a seconda della versione (UFS 2.1)
– microSD fino a 512GB
Fotocamere posteriori – Wide-angle: Super Speed Dual Pixel 12MP AF, F1.5/F2.4, OIS
– Telephoto: 12MP AF, F2.4, OIS
[2x Optical Zoom]
Fotocamera anteriore 8MP AF, F1.7
Batteria 4000 mAh
Connettività e rete – Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac (2.4/5GHz), VHT80 MU-MIMO, 1024QAM,
Bluetooth® v 5.0 (LE up to 2Mbps), ANT+, USB Type-C, NFC, Location (GPS, Galileo*, Glonass, BeiDou*)
– Enhanced 4×4 MIMO, 5CA, LAA, LTE Cat.18
Sensori Accelerometer, Barometer, Fingerprint Sensor, Gyro Sensor, Geomagnetic Sensor, Hall Sensor, Heart Rate Sensor, Proximity Sensor, RGB Light Sensor, Iris Sensor, Pressure Sensor
Autenticazione (biometrica) – Scanner dell’iride
– Impronta digitale
– Riconoscimento facciale
Possibilità di combinare riconoscimento facciale e scanner dell’iride per una maggiore sicurezza.
Certificazioni IP68
Dimensioni e Peso – 161.9 x 76.4 x 8.8mm
– 201g

galaxy note 9

Niente più DeX, basta un cavetto!

La novità più interessante è certamente quella di poter collegare Samsung Galaxy Note 9 tramite Type-C o adattatore per poter usufruire della comodissima modalità desktop. Praticamente un computer nel palmo della mano, che ora diventa davvero comodo!

Prezzi

– 128GB: 1029 Euro
– 512GB: 1279 Euro

Disponibilità a partire dal prossimo 24 agosto.

Arriva anche il nuovo Samsung Galaxy Watch

Non manca la novità in ambito smartwatch. Samsung per il suo nuovo Galaxy Watch ha deciso di mantenere la piattaforma Tizen. Un solo nome per tutte le varianti, che si distinguono per avere due casse di diverso formato (42 o 46 mm) e per montare a bordo l’LTE o meno.

– 42mm: 309 Euro
– 46mm: 329 Euro

Foto e Fonte articolo: TheVerge

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Samsung Galaxy Note 9: il top gamma si rinnova senza stravolgere il passato
Commenti

I più letti del mese

To Top