Recensioni

Recensione Devolo Magic 2: connessione stabile in tutta la casa

Le ho viste in molti video, le ho sognate per molto tempo e alla fine mi sono deciso a chiederle direttamente all’azienda per testarle a fondo con il mio utilizzo quotidiano. Vi racconto come vanno le powerline Devolo Magic 2.

Se siete da dispositivi mobile (smartphone o tablet) e volete vedere la videorecensione su YouTube, cliccate qui.

Prima però vi avviso che queste non sono le prime Powerline che testo. Ho infatti provato le TP-Link TL-PA4010P KIT con presa italiana ben 3 anni fa. Powerline che, nonostante qualche problemino, utilizzo ancora ogni giorno, almeno fino a prima di installare le Devolo Magic 2.

Sulle TP-Link infatti dopo un tot di mesi ho dovuto constatare che, dopo qualche ora di accensione, avviene un blocco di un tot di secondi, ossia di mancata connessione. Per il resto erano e sono un ottimo prodotto visto il loro prezzo.

Menu di navigazione

Non solo Powerline, c’è anche il WiFi Mesh

Funzionalità di Devolo Magic 2

Presa e presa passante: il problema italiano

La rete internet passa attraverso quella elettrica

Devolo Magic 2: prima configurazione

Devolo Magic 2: Conclusioni

A sinistra le Devolo Magic 2 e a destra le TP-Link con presa italiana

Acquista le Devolo Magic 2 su Amazon

Non solo Powerline, c’è anche il WiFi Mesh

Il punto di forza di queste Powerline non è certamente la possibilità di trasmettere fino ad 1Gbps di dati tramite la nostra rete domestica (badate che la perdita in questi casi è enorme, a meno che non abbiate un ottimo impianto elettrico. Purtroppo non dipende da questi dispositivi ma dalla vostra abitazione).

La loro forza è infatti la possibilità di essere un ibrido, ossia poter condividere e ampliare la rete del vostro router tramite WiFi Mesh.

La seconda Powerline (o la seconda e la terza se avete il pack da tre come nel mio caso) è anche un ripetitore di segnale WiFi.

Ed è qui che questo prodotto diventa interessante, bypassando eventuali problemi della nostra linea elettrica grazie alla tecnologia WiFi Mesh.

Inizialmente avevo creato una rete secondaria ma poi ho pensato bene di “clonare” quella principale. In questo modo non ho dovuto riconnettere alla nuova rete tutti i miei dispositivi, che si sono semplicemente riconnessi in automatico alla nuova rete a seconda di dove erano posizionati.

La powerline da attaccare al modem a destra, le altre a sinistra (hanno ben due attacchi Ethernet!)

Un’operazione resa semplicissima proprio dal software di queste Devolo Magic 2.

Se il programma per macOS e PC è abbastanza vecchio e brutto da vedere, l’applicazione per iOS e Android e l’interfaccia web è qualcosa di eccezionale e bellissimo da usare.

Nel mio caso, essendo un’unità in test e probabilmente già configurata da qualche collega, ho avuto qualche problema nella configurazione iniziale, risolta resettando tutte le Powerline da interfaccia web, riconnettendole alla rete elettrica e aprendo l’applicazione per smartphone.

Se le comprate usate da qualcuno o ricondizionate, badate bene di eseguire questa operazione di reset prima dell’installazione definitiva.

L’applicazione per smartphone è davvero molto comoda anche se, purtroppo, per le operazioni principali rimanda semplicemente all’interfaccia web. Mi sarei aspettato un lavoro più approfondito da parte di Devolo, ma non è detto che non arrivi con futuri aggiornamenti.

A proposito di aggiornamenti, va detto che neanche il tempo di inserirle che hanno subito ricevuto update con varie funzionalità molto utili come la Protezione per i bambini e la possibilità di gestire i tempi di accensione e spegnimento automatici.

Acquista le Devolo Magic 2 su Amazon

Funzionalità di Devolo Magic 2

Come anticipato poco più su, le funzionalità sono davvero moltissime (per accedervi entrate nel vostro router e guardate l’indirizzo IP assegnato alle vostre Powerline. Digitatelo nella barra degli indirizzi del browser e sarete dentro il menu delle impostazioni):

  • Gestione WiFi (5 GHz, 2,4 GHz, entrambi, tutto spento).
  • Possibilità di creazione rete ospiti con condivisione tramite QR code senza dover dare la Password o il nome della rete.
  • WiFi Mesh con opzionale Fast Roaming IEEE 802.11r.
  • WiFi Clone per clonare la nostra rete principale del router, in modo da utilizzare lo stesso nome e stessa password. Così tutti i dispositivi di casa rimarranno connessi, senza dover fare da parte nostra alcuna operazione.
  • Gestione temporizzata per decidere quando spegnere e accendere il WiFi automaticamente (ad esempio possiamo dirgli di spegnerlo la notte e riaccenderlo la mattina oppure accenderlo solo durante la settimana o il weekend) con opzione Disconnessione automatica (la rete WiFi non si disattiva finché ci sarà anche solo un dispositivo collegato).
  • Parental Control per impedire l’accesso ad Internet ad alcuni dispositivi di casa.
  • WPS per condividere la connessione e connettere altri dispositivi senza immettere la password.
  • Powersaving mode per mandare le powerline in risparmio energetico quando non viene rilevata attività lunga la linea Ethernet.
  • Standby quando non c’è alcun dispositivo connesso via Ethernet e il WiFi è spento.
  • Impostazione LED per spegnere i LED delle powerline o metterli in modalità ridotta. Utili se le teniamo in camera in modo da non disturbare il nostro sonno.
  • Config Sync per poter condividere le impostazioni del singolo dispositivo Powerline a tutta la rete. Utilissimo nei casi in cui abbiamo più Powerline Devolo Magic 2 lungo la rete casalinga.

Le funzionalità che più ho apprezzato sono senza dubbio il WiFi Mesh che mi ha svoltato la vita (ho connessione in tutto l’appartamento e sempre stabile e costante, sotto questo punto di vista meritano assolutamente il prezzo richiesto) e il WiFi Clone che mi ha permesso di clonare la mia rete principale senza dover riconfigurare nemmeno un dispositivo.

Ottima anche l’applicazione Devolo Home Network che però, almeno per ora, rimanda semplicemente all’interfaccia web.

Presa e presa passante: il problema italiano

All’epoca avevo scelto le TP-Link per un solo motivo: la presa italiana. In commercio non ce ne sono più, purtroppo, con la presa nostrana e questo potrebbe essere un grosso problema nella stragrande maggioranza dei casi.

Gli adattatori esistono, ma come vi mostrerò nelle prossime righe il problema non viene comunque risolto ma solo spostato.

L’attacco è il classico europeo (o meglio Schuko), con due poli grossi che non entrano nelle nostre placchette classiche a tre poli da 10A neanche a sforzarli.

Questa presa non va bene, in questo caso vi servirà l’adattatore

Meno problemi se avete quelle 16A sempre a tre poli, visto che in questo caso basta premere un po’ di più e spingendole con un po’ di forza entreranno in sede.

Questa presa invece, seppur forzata un po’, va bene

Lo stesso discorso vale per la presa passante, importantissima in questi dispositivi.

Anche la presa passante è Schuko

Come specificato anche dall’azienda stessa, le powerline devono assolutamente essere inserite direttamente nella presa, senza alcun adattatore di mezzo.

La cosa più importante è che, anche se utilizziamo un adattatore come una tripla, che in ogni caso non andrebbe usato, a questa non dev’essere attaccato altro.

Vi mostra una foto perché a spigarlo è più difficile e basta.

Questa è la cosa più sbagliata da fare

La foto sopra mostra la situazione peggiore in assoluto. Una tripla con attaccata la Powerline e altre due prese. Una di quelle prese porta ad una ciabatta a cui è attaccato un PC desktop, delle casse audio con amplificatore, un caricatore multiplo USB e uno schermo.

Questo significa che la dispersione è massima e la Powerline non può gestire correttamente il flusso di corrente.

L’immagine qui sotto mostra chiaramente cosa significa tutto questo in termini pratici. Tenete presente che la mia connessione di casa è una 70Mbps in download e 28Mbps in upload.

  • In verde è indicata la velocità di connessione con Powerline con adattatore ma nessun altra presa in mezzo (che sono invece attaccate a quella passante della Powerline). La perdita è pari a 0.
  • In azzurro la Powerline principale ha ora la ciabatta che “ruba” un po’ di energia, ma alla ciabata è attaccato solo il modem router. La perdita è in ordine dei 10Mbps.
  • In rosso è indicata la velocità raggiunta nel caso in cui anche la seconda Powerline alla quale ci siamo connessi via WiFi ha ora ben due prese che le rubano la corrente, tra cui una con un PC e monitor accesso che succhiano un bel po’ di corrente. In questo caso la perdita è nell’ordine dei 20Mbps.
  • Quella viola è invece la velocità nel caso di connessione Ethernet con Powerline come nel caso rosso, ossia con la ciabatta che ruba corrente e disturba. Come potete vedere la perdita è sempre nell’ordine dei 20Mbps.
La presa principale a cui è attaccato il modem. Attaccando il modem direttamente alla presa passante della powerline e togliendo la ciabatta (quindi l’opposto di quello mostrato in foto), la situazione migliora tantissimo.

Acquista le Devolo Magic 2 su Amazon

La rete internet passa attraverso quella elettrica

Nel caso di questi dispositivi infatti, la rete internet passa attraverso la rete elettrica di casa. Più il nostro impianto è nuovo e ben fatto, più avremo un’ottima copertura, quasi a livello di una rete cablata con ethernet.

Il caso peggiore è quello in cui in una singola casa vi siano due impianti elettrici distinti. Spesso questa cosa avviene nel caso di abitazioni su più piani.

Se avete quella situazione non potrete portare la stessa linea internet su più piani ma dovrete utilizzare la connessione wireless, cosa a cui vanno incontro proprio queste Powerline con WiFi Mesh.

Devolo Magic 2: prima configurazione

Non avendo mai provato un sistema così complesso non sapevo da dove partire. Per fortuna l’applicazione vi guiderà per bene. Anche il libretto di istruzioni è comunque molto comodo e semplice da seguire per tutti.

Come detto poco sopra, il mio caso è stato particolare e insolito perché essendo già configurate da un altro collega ho dovuto resettarle. Se le avete comprate usate, dopo averle connesse alla rete, entrate nella pagina di configurazione (come detto prima, basta digitare l’indirizzo IP che trovate nella pagina del vostro router tra i dispositivi connessi) e resettatele.

Una volta connesse alla corrente e al modem router tramite il cavo Ethernet in dotazione, fanno tutto da sole. In pochi minuti si connettono ed effettuano il pairing e sarete online.

E’ presente nell’unità piccola, ossia quella da attaccare al modem router, un tasto PLC dedicato al pairing. Nell’unità più grande WiFi sono invece presenti due tasti: il PLC e il WiFi che permette di attivare il WPS o di spegnere il WiFi tenendolo premuto per 10 secondi.

Il mio consiglio è di effettuare il clone della vostra rete tramite l’impostazione WiFi Clone, ma se preferite tenerle come seconda rete e riconfigurare da capo tutti i dispositivi siete liberi di farlo.

Una volta configurata l’unità WiFi, possiamo staccarla e inserirla dove meglio crediamo. Una volta inserita nella presa si connetterà alla rete in pochi istanti e comincerà a condividere la connessione.

La powerline con doppia Ethernet e WiFi. Questo è il modo corretto di metterle: senza alcun adattatore ed eventuale presa o ciabatta attaccata a quella passante della powerline.

P.S. Il prodotto, come anche tutti gli altri del genere, scalda parecchio. Per questo l’azienda stessa sconsiglia di tenerlo in ambienti chiusi e poco arieggiati.

Devolo Magic 2: Conclusioni

Devolo Magic 2 è un ottimo prodotto che aiuta a sistemare la rete di casa anche nei casi più disperati grazie all’ibrido powerline e estender WiFi, senza contare poi l’eccellente WiFi Mesh che consente di avere una connessione stabile e affidabile in tutta la casa.

Il prezzo è molto elevato, perché la coppia costa 226€ su Amazon mentre il Kit come il mio con tre dispositivi (inutile per un appartamento medio, ve lo dico in anticipo, ha senso se avete una casa su più piani) costa ben 368€ su Amazon.

Il tutto è però giustificato dal fatto che questo è un prodotto abbastanza unico in commercio, che unisce il meglio della tecnologia WiFi con il meglio di quella Powerline, semplificando tutto e ottimizzando la rete casalinga.

Anzi, vi dirò di più, grazie alle impostazioni presenti nell’interfaccia web e nella flessibilità di installazione, vedo questo prodotto molto adatto nei casi di uffici, sia piccoli che di media o grande metratura.

Non posso che consigliare questo prodotto a tutti coloro avessero l’esigenza di avere una connessione stabile in casa o nel proprio ufficio. E’ vero che costano parecchio, ma badate bene che un sistema WiFi Mesh non costa di meno e in più in questo caso avete anche la funzionalità Ethernet via Powerline.

Senza contare poi i benefici futuri, in un mondo dove regna sempre più la domotica e l’IoT (oggetti connessi), avere un sistema stabile e affidabile cambia totalmente le cose (anche nel mio caso il solo fatto di avere installato questo sistema rende più reattivi gli oggetti connessi via WiFi senza passare per alcun gateway, come le lampadine smart Yeelight).

Per saperne di più potete visitare il sito ufficiale Devolo dedicato alle Magic 2.

Acquista le Devolo Magic 2 su Amazon

Devolo Magic 2

€350,00
8.5

Opzioni, Impostazioni, App

9.0/10

Dimensioni

8.0/10

Presa (Schucko)

7.0/10

Qualità del segnale Ethernet

9.0/10

Qualità del Segnale WiFi

9.5/10

Pros

  • Eccellente qualità del segnale
  • WiFi Mesh
  • Se ben installate (come da istruzioni) la perdita del segnale è irrisoria
  • Applicazione e sito web
  • Moltissime impostazioni utili

Cons

  • Scaldano parecchio
  • Dimensioni importanti
  • Presa Schucko
Commenti

I più letti del mese

To Top