Motori

Petter Solberg dice addio al WRC

1 minuto

Il pilota norvegese Petter Solberg ha deciso di ritirarsi visto che nessuna casa si è mostrata interessata ad ingaggiarlo

Petter Solberg. Un nome, una garanzia. Una garanzia di spettacolo, di portare folle in delirio a sostenerlo lungo le strade del mondiale, per vederlo spazzolare come solo lui sa fare. Ma Petter l’anno prossimo non ci sarà. Per la stagione 2013 nessuna casa che corre il Mondiale Rally si è dimostrata interessata a lui, nemmeno offrendosi per correre gratis.

Sì, perché Petter ha corso gratis la stagione 2012, nonostante corresse come pilota ufficiale Ford. E’ vero, non ha portato risultati eclatanti, ha distrutto molte macchine (come il suo compagno di squadra Latvala, tra l’altro), ma nessuno crea spettacolo come lui. Nelle speciali del mondiale, chi ci è stato, sa bene che la maggior parte delle persone erano lì per lui, per vederlo saltare sui dossi della Finlandia, o spazzolare sulle strade imbiancate del Monte Carlo e della Svezia. Già, la maggior parte non erano lì per Loeb, perchè il francese è sì un campione, ma mai spettacolare come Petter. E c’è poi da dire che Solberg è stato l’unico a battere il nove volte campione del mondo Sebastien Loeb, interrompendo così la serie di vittorie del mondiale consecutive.

Segui Stintup Motorsport anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Petter ha deciso che va bene correre gratis, ma pagare per correre (come aveva già fatto nel 2011) non gli va proprio giù. Così, sebbene gli resta una minima speranza di una chiamata “last-minute”, ha praticamente dichiarato che l’anno prossimo non ci sarà più.

Così il mitico campione Subaru dei tempi d’oro ci lascerà un vuoto incolmabile, sperando comunque in suo ritorno dell’ultimo minuto o magari per il 2014.

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Basta un LIKE su Facebook per supportare Stintup.
Siamo anche su TelegramInstagram, Periscope e YouTube.
Commenti

I più letti del mese

To Top