Mash

Perché dovresti assicurare la tua casa

La casa è forse uno dei beni più preziosi che abbiamo, ecco a cosa serve una polizza sull’abitazione e perché assicurare la tua casa.

Photo by Stephan Bechert on Unsplash

La casa è forse uno dei beni più preziosi che abbiamo, per questo dovremmo proteggerla. Ma troppo spesso si rinuncia ad assicurarla per evitare di sostenere altre spese che incidono sul bilancio mensile. Ma siamo davvero sicuri che questa sia davvero la scelta giusta? E se la nostra abitazione fosse vittima di un incendio, siamo davvero certi che risparmiare 50 euro al mese ci fornisca il capitale necessario per le riparazioni?

Per stare più tranquilli forse è bene pensare di assicurare casa, vediamo allora in base a quali criteri scegliere per avere una buona polizza.

A cosa serve una polizza per la casa

Questo particolare tipo di polizza permette di ridurre di molto o anche azzerare eventuali spese di riparazione dovute a imprevisti che causano danni di diversa entità. Certo, il costo dipende anche dalla zona di residenza, ma resta comunque una tutela per le nostre tasche.

Allagamenti, incendi o eventi atmosferici (violente grandinate o trombe d’aria) possono danneggiare la nostra abitazione, così come possono farlo i nostri vicini, magari a causa di tubature vecchie che si rompono. Quel che dobbiamo fare è valutare i rischi che ci interessano e ricercare le garanzie che li vanno a coprire.

Quali rischi copre l’assicurazione sulla casa

I rischi generati da una casa possono essere sintetizzati in 3 categorie:

  • danni all’immobile
  • danni a terzi
  • servizi di assistenza al verificarsi di situazioni d’emergenza.

Venendo poi ai danni, essi possono essere di tue tipologie:

Offerte ancora attive:
 15€ gratis con Revolut* 
 Buoni Amazon gratis: come ottenerli 
 Amazon Prime Student: 90 giorni gratis 
*(attiva Revolut, carica il conto con bonifico o carta, richiedi la carta fisica, effettua un primo pagamento con la carta)

  • quelli che colpiscono la struttura dell’abitazione
  • quelli che colpiscono il contenuto dell’abitazione.

Come si sceglie la polizza giusta

Riflettendo più approfonditamente sui danni e sui rischi vediamo aprirsi un ventaglio di possibilità, per questo scegliere una buona polizza per la casa non è semplice, sia che si tratti della proprietà, sia che la si conduca in qualità di affittuario.

La scelta ricade molto spesso su quelle garanzie che coprono incendi, eventi atmosferici, danni, RC, furto, assistenza e tutela legale e le polizze possono essere acquistate in combinazione o separatamente.

La prima valutazione da fare, prima ancora di fare preventivi, resta quella di valutare le caratteristiche più importanti della casa e del luogo in cui è situata: lo stato delle tubazioni e degli impianti, se si trova in un livello basso e quindi accessibile ai ladri, se custodisce oggetti antichi o di valore. Un’altra cosa da valutare è se l’abitazione è inserita all’interno di un condominio o è una villa indipendente, se è abitata tutto l’anno oppure solo per le ferie.

Un’altra importantissima considerazione riguarda il vicinato e i relativi rischi, sia da parte loro che da parte nostra, specialmente se abbiamo bambini o animali domestici che potrebbero arrecare danni. La garanzie per la tutela legale si rivela particolarmente utile nel caso in cui vi siano controversie con i vicini, ma anche per questioni legate alla proprietà.

Una cosa da non dimenticare mai è che le compagnie assicurative non pagano i danni causati da colpa o dolo del proprietario di casa o dell’affittuario.

Articolo scritto in collaborazione

Photo by Anthony Tran on Unsplash

Commenti

I più letti del mese

To Top