Games

Orwell: Ignorance is Strength – Antithesis

La battaglia tra il governo di The Nation e Raban Vhart continua.

SPOILER ALERT! Se non avete ancora giocato Thesis, il primo capitolo che trovate qui, vi consigliamo di non leggere.

E’ uscito da poche ore Antithesis, il secondo capitolo di Orwell: Ignorance is Strength. La storia riprenderà da dove l’avevamo lasciata: Raban Vhart cercherà di diffamare il nome del governo di The Nation, dopo la pubblicazione del video dei militari che sparano a sangue freddo a Oleg Bakay. Da qui la storia si infittisce riportando in scena personaggi incontrati in Orwell: Keeping an Eye On You. Anche in Antithesis non mancheranno colpi di scena e plot twist che caratterizzano questo titolo.

Il gameplay rimane ovviamente invariato dal precedente capitolo; ciò che cambia leggermente è la difficoltà. Ci ritroveremo infatti ad avere molto più spazio di movimento, che potrebbe portarci a perseguire false piste o anche a bloccarci nel bel mezzo dell’indagine. Come nel primo capitolo ogni datachunk ci costerà 10 minuti, quindi attenti a ciò che inserite nei profili! Differenza rispetto a Thesis è la mancanza di hacking che mi aveva entusiasmato: cellulari e computer saranno disponibili senza dover trovare nessuna password o codice PIN.

Nota di disappunto: in Orwell: Ignorance is Strength, a differenza del primo titolo, oltre a Reader, Listener e Insider, abbiamo la sezione Influencer, che non sarà disponibile nemmeno in questo secondo capitolo. Vedremo nel terzo capitolo Synthesis, se l’attesa sia valsa la pena.

Nel caso voi siate dei completionist e vogliate ottenere tutti gli achievement, sappiate che dovrete rigiocarlo più di una volta, dal momento che la storia prenderà direzioni differenti a seconda di come andrete a condurre le indagini.

Attenzione: come il precedente capitolo, anche in questo caso il gioco è disponibile solo in lingua inglese!

Commenti

I più letti del mese

To Top