Games

Omen Exitio: Plague

Se parliamo di librogame, non molti sapranno di cosa si tratta, specialmente chi fa parte delle generazioni più recenti. I videogiochi hanno rubato la scena a libri interattivi, giochi da tavolo ed ai vari giochi “non elettronici”; esiste tuttavia ancora una percentuale minore di videogiocatori appassionati a quel vecchio mondo ludico, ecco quindi che si è giunto al compromesso di trasportare i vecchi giochi all’interno del sistema più moderno dei videogames e ciò vale anche per i librogame!

Oggi parleremo proprio di un librogame virtuale, ovvero “Omen Exitio: Plague” sviluppato e prodotto da Tiny Bull Studios, una casa di sviluppo di videogiochi italiana fondata nel 2011.

Sketch

Omen Exitio: Plague ci catapulta nel 1896, nei panni di Jake Huntington, medico e soldato inglese. Non sappiamo moltissimo della vita di Jake, ma sappiamo appunto quale fosse la sua professione prima dell’arruolamento e scopriamo anche che aveva una moglie, Helen, morta a causa di un misterioso morbo. La disperazione per la morte della propria metà è proprio ciò che spinge il nostro Jake ad entrare nelle file dell’esercito, desideroso di dimenticare il suo “fallimento” medico. Durante una missione nell’isola di Zanzibar veniamo in contatto con una strana malattia che riporta alla luce i fantasmi del passato di Jake. Da qui inizieranno diverse peripezie che ci porteranno da Zanzibar all’Inghilterra, dall’America a isole disperse nell’oceano, in un viaggio nella quale incontreremo creature uscite dall’universo lovecraftiano, ma anche personaggi storici realmente esistiti che ci renderanno sempre più difficile capire il confine tra delirio, allucinazioni e realtà.

Profilo di Jake

Omen Exitio è a tutti gli effetti un libro e aspetti fondamentali dei libri sono una buona scorrevolezza, una buona capacità narrativa, l’attrattività e la capacità di mantenere l’attenzione del lettore, ma soprattutto un metodo efficace di scrittura. I ragazzi di Tiny Bull Studio sono stati davvero bravi in questo lavoro. Il testo è di facile comprensione, non si perde (la maggior parte delle volte) in dettagli inutili, anche se proprio a causa di questo, in alcuni casi, vengono omessi dettagli che a qualcuno sarebbe piaciuto approfondire. A parte ciò questo librogame è capace di tenere il lettore incollato alle pagine grazie ad un ritmo che si fa sempre più serrato mano a mano che si va avanti.

Mappa

Il gameplay è studiato molto bene e riesce a rendere molto interattiva la storia e a renderla quindi personalizzabile. Durante la lettura ci troveremo davanti a dei bivi, scelte multiple che possono consistere in diverse risposte all’interno di un dialogo, ma anche azioni completamente differenti. Spesso le azioni ci regaleranno dei punti esperienza per andare a potenziare diverse caratteristiche di Jake: combattimento, osservazione, medicina, agilità e carisma. A seconda di come decidiamo di sviluppare le sopracitate abilità, la storia prenderà direzioni differenti. Dalla stessa finestra in cui troviamo i potenziamenti possiamo vedere anche un profilo di Jake in cui si sottolinea anche il suo livello di salute. E’ bene controllarlo di tanto in tanto, in modo da fare le scelte il più corrette possibile. Dopo certe decisioni potrebbero comparire alcune diciture come “Fallimento” o “Successo” o ancora “Impresa fallita” o “Impresa compiuta”, ma è bene tener conto che anche i fallimenti non sono necessariamente da interpretare come tali, non esiste un Game Over.

Scelte

Passando agli aspetti più tecnicisti troviamo grafica ed audio. La grafica è semplice ma efficace: un vecchio libro sgualcito su una scrivania, stilizzati disegni a penna in stile sketch permettono un maggior focus sulla storia, dandoci un buon accompagnamento visivo, che non ruba la scena alla storia. Unica piccola e minuscola pecca è la ripetitività dei disegni. Quando ci sono delle scene di contesto simile l’artwork si ripete. Ho apprezzato molto invece il comparto audio che presenta rumori di scena che fanno da contorno alla nostra lettura senza mai essere troppo invasivi.

Diario di bordo

Quindi per concludere mi sento di consigliare Omen Exitio: Plague a tutti gli amanti dei librogame, a chi ama leggere e a chi ama Lovecraft. Se il vostro è un primo approccio al genere, dategli una chance, per circa 5 ore sarete rapiti da Jake e dal suo mondo al confine tra il delirio e la realtà.

Omen Exitio: Plague

11.99€
7.8

Grafica

7.5/10

Trama

8.5/10

Gameplay

7.5/10

Audio

7.5/10

Pros

  • Buona capacità narrativa
  • Disegni e suoni che accompagnano la lettura
  • Buona personalizzazione della storia

Cons

  • Artwork ripetitivi
Commenti

I più letti del mese

To Top