Tecnologia

MWC 2020 Barcellona cancellato per il Coronavirus: ora è ufficiale

Diverse aziende hanno già comunicato che non saranno presenti al MWC 2020 di Barcellona a causa del coronavirus. Tra queste Sony e Amazon.

Il MWC (Mobile World Congress) è una fiera di tecnologia che si tiene ogni anno a Barcellona nella quale vengono presentati nuovi smartphone e non solo, ma quest’anno è a rischio cancellazione a causa del coronavirus (2019-nCoV).

D’altronde molte aziende hanno già disdetto la propria partecipazione per possibili complicanze. Tuttavia gli organizzatori (GSMA) non vogliono per ora annullare l’evento, che porta un indotto enorme nella città catalana.

Al MWC partecipano infatti oltre 100 mila persone provenienti da circa 200 Paesi. Quest’anno il giro d’affari sarebbe stato attorno ai 500 milioni di euro, una cifra enorme specie per una città come Barcellona che vive prevalentemente di turismo.

Pensate che i posti di lavoro temporanei generati dall’evento sono oltre 14.000 e solitamente nei quattro giorni dell’evento (quest’anno si terrà dal 24 al 27 febbraio) c’è il tutto esaurito in città (hotel, B&B e ristoranti) e persino i prezzi dei voli aumentano vertiginosamente a causa dei pochi posti rimanenti e l’alta domanda.

Annullare tutto avrebbe un costo enorme, dunque la GSMA probabilmente non arriverà mai alla decisione finale di annullare o rimandare l’evento a data da destinarsi.

Aggiornamento serale 12 febbraio 2020:

Ora è ufficiale, il MWC 2020 di Barcellona è definitivamente cancellato.

Fin dalla prima edizione del Mobile World Congress a Barcellona nel 2006, la GSMA ha riunito l’industria, i governi, i ministri, i responsabili delle politiche, gli operatori e i leader del settore. Tenendo in debita considerazione l’ambiente sicuro e salubre di Barcellona e del paese ospitante, oggi il GSMA ha annullato MWC Barcelona 2020 perché la preoccupazione globale per l’epidemia di coronavirus, la preoccupazione per i viaggi e altre circostanze, rendono impossibile per GSMA organizzare l’evento.
I gruppo della città ospitante rispettano e comprendono questa decisione. La GSMA e tutti i gruppi della città ospitante continueranno a lavorare all’unisono e si sosterranno a vicenda per il MWC Barcelona 2021 e le edizioni future. Il nostro pensiero in questo momento va alle persone colpite in Cina e in tutto il mondo.

Aggiornamento 12 febbraio 2020:

“La situazione relativa al Coronavirus è in rapido cambiamento ed il GSMA la sta monitorando attentamente. Ciò include l’incontro regolare con esperti di salute sia globali che e spagnoli – così come i nostri partner – per garantire il benessere dei partecipanti. Abbiamo già implementato ulteriori misure sanitarie prima del MWC 2020 e continueremo a cercare frequentemente una consulenza medica esperta”.

Dunque per ora il MWC non verrà annullato. Fonti interne riferiscono ce l’organizzatore (GSMA) starebbe facendo pressione sul governo spagnolo affinché venga dichiarata un’emergenza sanitaria che gli consenta di richiedere un’assicurazione sul MWC.

Potrebbero interessarti:

Il coronavirus (2019-nCoV)

Le aziende che hanno già disdetto l’appuntamento al MWC 2020 di barcellona a causa del coronavirus

Nonostante gli sforzi dell’organizzazione per cercare di mitigare ogni pericolo, vietando per esempio l’ingresso alla manifestazione da chiunque provenga dalla Cina con un biglietto di uscita dal Paese inferiore ai 14 giorni, molte azienda hanno già annunciato che quest’anno il MWC non s’ha da fare.

ZTE è stata la prima azienda a far girare alcune voci sulla non partecipazione al MWC 2020 a causa del coronavirus, tuttavia alcuni vertici dell’azienda avrebbero smentito poco dopo. Non si sa ancora bene la posizione presa dall’azienda.

LG è la prima ad aver inviato un comunicato stampa ufficiale per avvisare che l’azienda terrà eventi sperati per annunciare i propri dispositivi. La motivazione è la salvaguardia della sicurezza dei suoi dipendenti, dei partner e dei clienti.

ERICSSON è la seconda azienda ad aver annunciato la non presenza al MWC. Dopo un’estesa valutazione interna del rischio, Ericsson ha deciso di adottare ulteriori misure precauzionali rinunciando al MWC 2020 di Barcellona, il più grande evento nel settore delle telecomunicazioni.

ASUS si aggiunge subito dopo. Considerata la situazione attuale, il team ASUS EMEA Mobile ha deciso di cancellare la sua partecipazione al prossimo MWC 2020.

NVIDIA è un’altra big che sarà assente quest’anno. Abbiamo informato GSMA, gli organizzatori di MWC Barcelona, ​​che non invieremo i nostri dipendenti all’evento di quest’anno. Visti i rischi per la salute pubblica legati al coronavirus, la sicurezza dei nostri colleghi, partner e clienti è la nostra massima preoccupazione. MWC Barcelona è una delle conferenze tecnologiche più importanti al mondo. Non vediamo l’ora di condividere il nostro lavoro in AI, 5G e vRAN con l’industria. Ci dispiace non aver partecipato, ma crediamo che questa sia la decisione giusta. Siamo grati alla GSMA ed ai continui sforzi per garantire la sicurezza di tutti i partecipanti.

AMAZON si è aggiunta alla lista in data 9 febbraio, dichiarando che non prenderà parte al MWC 2020.

SONY ha confermato che non sarà presente al MWC con un comunicato stampa emesso in data 10 febbraio. Sony ha monitorato attentamente la situazione in evoluzione a seguito del nuovo focolaio di coronavirus, che è stato dichiarato un’emergenza globale dall’Organizzazione mondiale della sanità il 30 gennaio 2020. Dato che attribuiamo la massima importanza alla sicurezza e al benessere dei nostri clienti, partner, media e dipendenti, abbiamo preso la difficile decisione di ritirarci dall’esposizione e dalla partecipazione al MWC 2020 di Barcellona, in Spagna. La conferenza stampa di Sony si svolgerà invece all’ora prevista alle 8:30 (CET) del 24 febbraio 2020 come video trasmesso tramite il nostro canale YouTube Xperia ufficiale per condividere le nostre eccitanti novità sui prodotti.

TCL ha cancellato l’evento del 22 febbraio ma non è ancora chiaro se sarà presente o meno alla manifestazione.

INTEL è un’altra big che ha confermato la non partecipazione al MWC 2020.

HMD GLOBAL (NOKIA MOBILE) e NOKIA COMMUNICATION si aggiungono alla lista delle aziende che annullano la proprio partecipazione al MWC 2020. Il MWC è da sempre un evento chiave del calendario annuale ed eravamo davvero entusiasti di mostrare i nostri nuovi prodotti a partner, clienti, media e appassionati. Tuttavia, la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, clienti e di tutte le altre parti coinvolte è la nostra priorità assoluta. Riteniamo che la decisione più prudente sia quella di annullare la nostra partecipazione al Mobile World Congress e vogliamo esprimere i nostri sinceri ringraziamenti al GSMA e alle altre autorità per i loro instancabili sforzi nel far fronte alle sfide legate al Covid-19. Desideriamo sottolineare come essi abbiano il nostro pieno sostegno in tal senso.

FACEBOOK è l’ennesima azienda che annuncia la non partecipazione al MWC 2020: continueremo a collaborare con GSMA e i nostri partner e li ringraziamo per i loro sforzi.

Alla lista si aggiungono anche gli operatori telefonici Vodafone, Deutsche Telekom, Orange British Telecom.

Altre aziende che hanno confermato di non essere presenti al MWC sono:

  • Vivo
  • Mediatek
  • Ulefone
  • Umidigi
  • NTT DoCoMo
  • Gigaset
  • Amdocs
  • CommScope
  • iconectiv
  • RADWIN
  • Telnet Redes
  • Royole
  • McAfee
  • Cisco
  • Sprint
  • Ciena Corporation
  • Rakuten
  • Viber
  • Dali Wireless
  • Accedian
  • AppsFlyer
  • F5 Network
  • InterDigital
  • STMicroelectronics

Le aziende che per ora sono in forse o parteciperanno solo in modo ridotto:

  • SAMSUNG (sarà presente ma non con tutto il personale; ad esempio Samsung Italia ha dichiarato che non sarà presente)
  • Telenor (sarà presente ma con personale ridotto)

Le misure di sicurezza dal MWC

L’organizzazione del MWC 2020 ha diramato un comunicato in cui vengono sottolineate le misure di sicurezza per prevenire un eventuale contagio del coronavirus all’interno del MWC a Barcellona.

  • I viaggiatori provenienti dalla provincia di Hubei non potranno accedere all’evento
  • Chiunque sia stato in Cina dovrà dimostrare di essere stato fuori dal Paese 14 giorni prima dell’evento (tramite timbro del passaporto o certificato sanitario)
  • Verrà implementato lo screening della temperatura
  • I partecipanti inoltre dovranno autocertificare di non essere stati in contatto con nessuno infetto durante i giorni precedenti
MWC 2020 Barcellona cancellato per il Coronavirus: ora è ufficiale
Commenti

I più letti del mese

To Top