Motori

MotorShow: il futuro è Milano?

3 minuti

Sembra proprio che il MotorShow italiano sia destinato a cambiar città per il prossimo futuro

Come già saprete, il MotorShow 2013 di Bologna, che sarebbe dovuto svolgersi come di consueto nei primi giorni di dicembre, è stato cancellato; e sembra che la cancellazione non riguardi solo quest’anno, ma anche quelli a venire. Dopotutto l’aria che si respirava nei MotorShow di Bologna degli ultimi anni era davvero pesante. L’edizione del 2012 poi è stata la “ciliegina sulla torta”, tanto da essere passato da un salone dell’auto ad un semplice evento motoristico. Sembra incredibile se pensiamo che fino a pochi anni fa era uno dei più bei saloni europei, con i migliori marchi automobilistici al suo interno. Poi la lenta decadenza che ha visto scomparire pian piano i grandi nomi: in primis Subaru e poi tutti gli altri in coda. Sarà la crisi economica e finanziaria del settore, la cattiva gestione e amministrazione, fatto sta che l’Italia è rimasta senza un salone dell’automobile.

cazzola-pugno-thumb-250x284

Alfredo Cazzola

Un paese come il nostro, che ha le sue radice nella passione e tradizione automobilistica, non può di certo restare senza un suo salone dell’automobile. Così, dopo la proposta della città di Torino, arriva quella (a mio avviso più sensata, data la grandezza della fiera e dell’importanza della città) di Milano. Il promotore di questo progetto è, guarda caso, Alfredo Cazzola (patron del MotorShow di Bologna fino al 2007, ossia una delle ultime edizioni degne di questo nome). Tutto questo potrebbe riportare l’Italia ad un ruolo di primo piano in Europa nel settore automobilistico, specie in considerazione dell’Expo 2015, che si terrà proprio a Milano e che sarà incentrato nel tema della sostenibilità (molto caro ultimamente al settore automobilistico).

Segui Stintup Motorsport anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Il progetto parla di un vero e proprio Salone Internazionale dell’Automobile di Milano presso il quartiere fieristico di Milano Rho (non più MotorShow quindi). Ci auguriamo solo che l’evento resti un salone dell’automobile puro, senza vedere l’unione con EICMA, che porterebbe soltanto ad un declassamento (a mio avviso) di un ottimo evento qual è l’EICMA.

[highlight color=”yellow”]AGGIORNAMENTO del 15 novembre.[/highlight] E’ ufficiale! Milano avrà il suo Salone dell’Automobile. Si chiamerà Milano Auto Show e si terrà dall’11 al 21 dicembre 2014. Oltre ad “invadere la Fiera di Rho, la manifestazione si svolgerà anche sul circuito di Monza, oltre che nella piazze del centro di Milano.

Queste le parole di Alfredo Cazzola, numero uno di Promotor che insieme a Fiera Milano organizza la rassegna:

Con questo abbiamo voluto dare un segnale forte di rilancio dell’automobile e dell’economia italiana. Vogliamo fare il salone più bello del mondo, il più trendy e il piu divertente per scatenare la passione verso quel magico oggetto che è l’automobile. Ci concentreremo sulla tecnologia e sui social network.  Il nostro obiettivo è prendere per mano gli appassionati e gli automobilisti sfruttando gli strumenti piu attuali per la partecipazione dei visitatoti e garantire così il ritorno degli investimenti per portare poi il pubblico nei concessionari. L’obbiettivo è creare un salone innovativo, un nuovo concept fieristico che fa leva sull’ottima infrastruttura di Milano Rho.

I temi centrali saranno dunque il “life style” e dunque il “design”, fiore all’occhiello del Made in Italy; il “core” di questa Salone sarà però tutto ciò che riguarda il “green” con l’automobile e dunque il tema centrale sarà la sostenibilità (guarda caso come avevo anticipato qualche giorno fa più sopra), scelta più che giusta se unita all’Expo del 2015 (con tema centrale proprio la sostenibilità). Non mancherà poi tutto ciò che lega il mondo dell’IT (Information Technology) con quello dell’auto. Il Milano Auto Show potrà dunque essere considerato all’avanguardia e precursore dell’era digitale in campo automobilistico.

La sfida di Cazzola (e Promotor) e degli altri organizzatori è di attirare più case automobilistiche possibili, sfida di non poco conto considerando il periodo in cui si trovo il mondo dell’auto in questo periodo.

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Commenti

I più letti del mese

To Top