Motori

Mini annuncia l’addio al WRC

1 minuto

Prodrive ha comunque promesso che continuerà lo sviluppo per il 2013

Sono passati meno di due anni dal ritorno della Mini come casa ufficiale nel Mondiale Rally. Eppure, proprio nel corso di queste ore, è stato annunciato che il programma ufficiale Mini terminerà a fine 2012.

Sebbene sia un colpo basso per tutto il circus (si stava appena festeggiando un gran 2013 con addirittura 5 case ufficiali!), la notizia non ci ha colti di sorpresa.

Segui Stintup Motorsport anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Dani Sordo

Infatti, chi segue il mondiale con attenzione, sa bene la fatica che la casa ufficiale ha incontrato in questi due anni. Se poi ci mettiamo anche che Dani Sordo ha dichiarato ufficialmente (pochi giorni fa) che l’anno prossimo correrà per la Citroen (al posto di Loeb, quindi per 8 gare su 13), allora il piatto era già servito; mancava solo l’ufficializzazione.

In due anni la Mini è salita sul podio tre volte, con il secondo posto ottenuto da Dani Sordo al Rally di Montecarlo come risultato più prestigioso. Probabilmente il risultato più importante in assoluto per Mini, avendo ottenuto,sempre a Montecarlo, tre successi negli anni ’60.

L’aspetto buono di questa storia è che la Prodrive ha comunicato che schiererà delle Mini anche per la prossima stagione. Ma sapete meglio di me che avere il supporto dalla casa madre e non averlo è un enorme cambiamento…in peggio ovviamente.

Queste le parole di Kay Segler, vice presidente della business coordination della Mini:

La Mini abbandonerà il suo impegno ufficiale nel WRC al termine della stagione 2012. Alla fine dell’anno il WRC Team Mini Portugal avrà preso parte ad ogni singolo appuntamento in calendario e quindi, secondo i regolamenti FIA, avrà ottenuto i requisiti per essere venduta alle strutture clienti.
BMW Motorsport continuerà a sviluppare ulteriormente il motore turbo da 1,6 litri in collaborazione con la Prodrive. Dunque, in un momento molto difficile dal punto di vista commerciale, la Mini ha svolto un ruolo attivo per garantire la continuità della presenza del marchio, permettendo ai clienti attuali di continuare con Mini e ad altri di avvicinarsi. Per questo ci piacerebbe continuare a vedere la Mini John Cooper Works WRC competitiva nel Mondiale Rally.

 

FONTE: Omnicorse

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Basta un LIKE su Facebook per supportare Stintup.
Siamo anche su TelegramInstagram, Periscope e YouTube.
Commenti

I più letti del mese

To Top