Mes Sure Bei Recovery Fund
Inside

La risposta UE al coronavirus, Mes, Sure, Bei e Recovery Fund: cosa sono

La risposta UE al coronavirus si chiama Mes, Sure, Bei e Recovery Fund, per un totale stimato di 2.000 miliardi: cosa sono e come funzionano.

Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad una vera e propria battaglia all’interno dell’UE per avere una sufficiente copertura per il futuro: si è parlato di Mes, Sure, Bei e Recovery Fund.

Cosa sono Mes, Sure, Bei e Recovery Fund? Come funzionano? A che punto siamo? Ne parliamo in modo breve e sintetico in questo articolo.

La prima cosa di cui si è parlato nelle scorse settimane sono stati i “coronabond”, obbligazioni che ad un certo punto sembravano l’unica via fattibile per l’Italia (ora possiamo sintetizzarle come “Recovery Fund”).

Mes, Sure, Bei e Recovery Fund: i 4 pilastri della ripresa UE post coronavirus

Mes, Sure e Bei rappresentano un pacchetto totale pari a 540 miliardi di euro, che dovrebbero essere a disposizione già dal 1 giugno 2020.

Il Recovery Fund è invece allo studio in questo momento e si tratterebbe di un fondo finanziato dall’emissione di obbligazioni comuni per un totale di 1.500 miliardi di euro.

Per andare direttamente alla sezione che più ti interessa puoi cliccare direttamente sullo strumento qui sotto:

Indice articolo:

MES: cos’è e come funziona

MES è sinonimo di Meccanismo Europeo di Stabilità. Si tratta di un’organizzazione intergovernativa europea, attiva dal luglio 2012 e con sede in Lussemburgo.

La sua funzione è quella di fornire assistenza finanziaria ai Paesi dell’Unione Europea che fanno parte dell’area Euro.

Trovate tutto e di più nel nostro articolo dedicato, ma vi riportiamo anche qui una sintesi:

NomeMeccanismo Europeo di Stabilità
Cos’èOrganizzazione intergovernativa europea.
Evoluzione del FESF (Fondo Europeo di Stabilità Finanziaria) e MESF (Meccanismo Europeo di Stabilità Finanziaria).
DataAttiva dal luglio 2012
SedeLussemburgo
FunzioneFornire assistenza finanziaria.
A chi è rivoltoAi Paesi dell’Unione Europea che fanno parte dell’area Euro.
Quando entra in funzione– L’assistenza viene fornita quando i suddetti Paesi rischiano o sono attualmente in una situazione di gravi problemi di finanziamento.
– L’assistenza viene fornita solo quando necessaria per salvaguardare la stabilità finanziaria di tutta l’area Euro e dei membri del MES.
Totale autorizzatoTotale autorizzato pari a 700 miliardi di euro:
– 80 miliardi raccolti direttamente dagli Stati
– 620 miliardi di euro raccolti, in caso di emergenza e urgenza, attraverso i mercati finanziari con emissioni di bond.

Durante il mese di aprile 2020 dopo diverse trattative si è arrivati ad un accordo tra Stati dell’UE per la costituzione di una sorta di “Mes light” dedicato alla copertura delle spese mediche per l’emergenza COVID-19.

Tipo di MESScopo
MES light senza condizioniUtilizzabile solo per le spese mediche riguardanti l’emergenza COVID-19 e fino al 2% del Pil nazionale.
Utilizzabile solo per le spese mediche riguardanti l’emergenza COVID-19 e fino al 2% del Pil nazionale.
Si tratterà di finanziamenti a tassi agevolati con durata fino a 10 anni.
MES classicoE’ il classico fondo salva-Stati per esigenze economiche, finanziarie o di altra natura. In questo caso lo Stato richiedente dovrà attenersi alle condizioni precedentemente previste (e che trovate sopra).

SURE: cos’è e come funziona

SURE, che in inglese significa “sicuro”, è uno strumento europeo contro la disoccupazione, istituito e garantito da tutti gli Stati comunitari per la salvaguardia dei posti di lavoro nei Paesi più colpiti dal coronavirus.

NomeSure (Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency)
Cos’èStrumento europeo contro la disoccupazione.
DataPresentato il 2 aprile 2020
FunzioneSalvaguardare i posti di lavoro.
A chi è rivoltoAi Paesi dell’Unione Europea che fanno parte dell’area Euro e che sono stati più colpiti dalla crisi del coronavirus.
Come funzionaSure significa “lavoro di breve durata sostenuto dallo Stato“.
E’ destinato a sostegno di altri strumenti tipo cassa integrazione.
Totale fondo100 miliardi di euro

BEI: cos’è e come funziona

NomeBei (Banca europea per gli investimenti)
Cos’èIstituzione finanziaria dell’Unione europea
DataCreata nel 1957
SedeLussemburgo
FunzioneSostenere gli obiettivi dell’Unione europea fornendo finanziamenti a lungo termine per specifici progetti di investimento e contribuire in tal modo ad una maggiore integrazione e coesione socio-economica dei Paesi membri.
Obiettivi– sviluppo regionale
– reti trans-europee di trasporto
– sviluppo delle telecomunicazioni e del settore dell’energia
– ricerca, sviluppo e innovazione
– sviluppo e protezione dell’ambiente
– salute e istruzione
Come funziona– raccoglie fondi sui mercati dei capitali
– eroga prestiti a condizioni favorevoli (ma non a fondo perduto)
Totale fondo243 miliardi di euro
Fonte: Wikipedia – eib.org

La Bei fornisce in generale tre tipi di servizi:

ServizioInfo
PrestitiI prestiti sono:
– di qualsiasi importo
– verso settori pubblici e privati

Il motivo: sostentamento della crescita e attrazione di nuovi investitori
BlendingForma di finanziamento che consente ai clienti di ricevere anche ulteriori investimenti (oltre ai prestiti della Bei)
Consulenza e AssistenzaObiettivo: massimizzare il rendimento dei fondi
Fonte: theitaliantimes.it

La Bei è amministrata e gestita dai seguenti organi:

ComponentiFunzione
Consiglio dei governatoriRappresentato dai 28 ministri dell’economia dei paesi dell’UE, ha come compito quello di definire l’indirizzo politico della Banca
Consiglio di amministrazioneApplicazione della politica della BEI
Comitato direttivoAssicura il funzionamento e l’operatività ordinaria dell’istituzione
Comitato di verificaHa il compito di controllare, annualmente, le operazioni ed i conti della BEI per assicurarsi il rispetto e la conformità degli stessi all’effettiva situazione della Banca
Fonte: Wikipedia

Il capitale è sottoscritto dagli Stati membri in questa percentuale (riportiamo i primi 10):

PaeseCapitale (€ milioni)Capitale (%)
Germania46.72219,21
Francia46.72219,21
Italia46.72219,21
Spagna28.03311,52
Belgio12.9515,32
Olanda12.9515,32
Svezia8.5913,53
Danimarca6.5572,70
Austria6.4282,64
Polonia5.9802,46
Fonte: Wikipedia

Recovery Fund: cos’è, come funziona e a che punto siamo

Il Recovery Fund è un fondo creato per emettere i “recovery bond” garantiti dal bilancio dell’Unione Europea.

E’ nato da un’idea del presidente francese Emmanuel Macron durante il mese di aprile 2020.

Tutti i Paesi UE sono concordi nel creare il Recovery Fund, tuttavia ci sono ampie spaccature per quanto riguarda il sostegno che questo fondo potrà dare ai vari Stati:

Tipologia di Recovery FundPaesi che supportano la tipologia
Sovvenzioni a fondo perdutoItalia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia
PrestitiPaesi del Nord Europa (Olanda, Svezia, Danimarca, Finlandia, Austria)

I Paesi del Nord Europa si sono sempre opposti a forme di trasferimento a fondo perduto e ad aumenti del budget comune, come abbiamo già visto a marzo con i cosiddetti coronabond.

La Germania per ora non si è espressa, la cancelliera Angela Merkel ha dichiarato inoltre che “non su tutto siamo della stessa opinione”.

Ora si attende la proposta della Commissione europea che dovrà arrivare entro il 6 maggio 2020.

La presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, ha già assicurato che ci sarà “un giusto equilibrio tra sovvenzioni e prestiti”.

La risposta UE al coronavirus, Mes, Sure, Bei e Recovery Fund: cosa sono
Commenti
To Top