Infografiche

Il 25% dei giovani hanno l’amicizia del loro capo su Facebook (Italia e USA in testa) [INFOGRAFICA]

2 minuti

Una ricerca AVG ha dimostrato che un giovane adulto su quattro è amico del suo capo su Facebook

E’ questo il dato emerso da una ricerca effettuata e pubblicata da AVG sul social network d’eccellenza. Queste ricerche sono svolte continuamente su social network “di lavoro” come LinkedIn, invece AVG questa volta ha voluto indagare sul sito con banca dati più grande al mondo: Facebook.

Dalla ricerca è emerso che il 25% dei giovani tra i 18 e i 25 anni hanno il loro capo amico su Facebook. Quindi un giovane su quattro ha (in via teorica) un rapporto amichevole con il suo superiore.

Segui Stintup anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Qual è la novità e cosa ci interessa così tanto? Il fatto che una volta tanto il nostro paese scala la vetta di una classifica (che non sia mafia o corruzione). La ricerca di AVG è stata infatti effettuata sulla base di 4400 consumatori in 11 paesi diversi e al primo posto tra i paesi con più persone che hanno l’amicizia del proprio capo troviamo Italia e Stati Uniti (con il 33%). All’ultimo posto, invece, ci sono gli utenti francesi, che sono meno propensi ad essere “amici” del boss.

Va sottolineato anche un altro aspetto importante: il 60% di coloro che hanno l’amicizia di colleghi su Facebook, condividono liberamente i contenuti con essi. I paesi con persone meno restrittive in questo senso sono: Giappone (con il 70% di utenti), Repubblica Ceca (70%), Nuova Zelanda (67%), e Gran Bretagna (66%).

Le notizie per il nostro paese non sono finite qui: l’Italia infatti -scrive Mashable- ha il maggior numero di utenti che sfogano la propria rabbia su Facebook (il 18%). Seguono Francia e Nuova Zelanda (10%).

Quest’ultimo dato fa riflettere, eccome. Ciò evidenzia anche lo stato della situazione italiana, in cui la disoccupazione è alle stelle da qualche anno ormai. Molti italiani si sfogano così sui social network. In effetti basta sbirciare qualche pagina su Facebook per notare quest’ultimo aspetto.

Our research show that a good percentage of young adults between the ages of 18-25 do not filter personal or professional data or pictures that are posted online,” Ha detto Evangelist Tony Anscombe (AVG’s Senior Security)  a Mashable. “They need to pay closer attention to how they interact with their bosses, colleagues and friends via social channels, and ensure they don’t negatively impact their future by sharing information in a careless manner.”

Se siete interessati ulteriormente all’argomento, vi consigliamo di dare uno sguardo all’infografica qui in basso. Voi cosa ne pensate di questi (interessanti?) dati riguardanti l’Italia?

Fonte: Mashable

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Basta un LIKE su Facebook per supportare Stintup.
Siamo anche su TelegramInstagram, Periscope e YouTube.
Commenti

I più letti del mese

To Top