Internet

Come guadagnare con un blog grazie al content marketing

guadagnare con un blog

Sono molti i blogger che creano contenuti di qualità ma non sanno come creare valore reale con questo. Vi spiego come guadagnare con un blog.

Hai aperto il tuo blog online, hai ricevuto le prime visite, i visitatori hanno cominciato a frequentare il tuo sito web sempre di più, tanto da diventare fedeli e tornare sul tuo blog periodicamente. Tutto molto bello, peccato che questo porta sì a molte soddisfazioni personali ma anche a spese sempre più elevate. Più visitatori significano infatti più risorse necessarie per far funzionare il sito web in modo appropriato.

Per affrontare queste spese sempre più elevate, ma anche per far entrare qualcosa nelle nostre tasche un giorno, ci sono diversi modi. Come si fa dunque a guadagnare con un blog online? Il modo più conosciuto è sicuramente quello delle pubblicità.

Google AdSense è il metodo più conosciuto, iscriversi è facilissimo e comincerà subito a portare qualche spicciolo.

Vi avverto però sin da ora che non è così semplice come sembra. Bisogna studiare per trovare la posizione ideale per posizionare i vari ads, in modo da non disturbare i visitatori, rispettare le linee guida di Google e far in modo che non siano messi lì per niente ma che siano invece ben visibili da tutti.

Superati questi “problemi”, ce n’è comunque un altro che possiamo arginare solo in parte. Nel 2017 moltissimi visitatori hanno un adblocker installato nel proprio browser. In parole povere, quel visitatore non vedrà i vostri annunci e quindi non porterà alcuna entrata al blog.

Come vi ho anticipato, è possibile arginare questo problema inserendo un annuncio dove si chiede al visitatore di disattivare l’adblock (se ce l’avete installato l’avrete sicuramente visto anche su questo sito web). Tuttavia non si risolve il problema definitivamente: il visitatore infatti potrebbe non accettare e addirittura abbandonare il sito.

Un altro metodo è quello dell’affiliazione. Quasi tutti i siti web sono affiliati a siti web come ad esempio Amazon.it. Il funzionamento è semplice: quando cliccate su un link affiliato inserito in un blog e acquistate qualcosa, quel blogger guadagnerà una percentuale calcolata sul valore di quel prodotto che avete acquistato.

Unità pubblicitarie di AdSense e affiliazione hanno però due grossi problemi di fondo. Anche se avete visitatori fedeli e costanti nel vostro blog, se questi ultimi non sono moltissimi le entrate saranno davvero irrisorie. Ve lo posso assicurare questo, visto che lo so molto bene e l’ho provato personalmente.

Non ho scritto questo articolo per scoraggiarvi però, anzi, il mio fine è un altro. Voglio infatti farvi conoscere un metodo alternativo che in pochi blogger conoscono. Si chiama content marketing.

Guadagnare con un blog: il content marketing

Il content marketing “è una tipologia di marketing che prevede la creazione e condivisione di media e contenuti editoriali al fine di acquisire clienti e monetizzare un sito web. Queste informazioni possono essere esposte in una varietà di tipologie, tra cui news, video, e-books, infografiche, guide, articoli, foto ecc”.

Questa citazione presa da Wikipedia è molto chiara. Ma cerco di spiegarvelo ancora meglio. Avete presente quando aprite la piattaforma del vostro blog (come WordPress) e iniziate a scrivere un nuovo articolo? Ecco, nessuno vi paga per fare quello. Immaginate ora però che per fare la stessa cosa ci sono delle aziende che sono disposte a pagare il nostro lavoro di scrittura.

Non sto parlando dell’azienda xy che vi chiede di scrivere una recensione positiva di un prodotto dietro pagamento. Vi sto invece parlando di un’azienda yx che vorrebbe vedere il proprio nome comparire nel vostro sito web, all’interno di un contenuto simile a quello che promuovete.

Vi faccio un esempio ancora più chiaro. Qui su Stintup facciamo spesso articoli comparativi di servizi. Qualche anno fa ho scritto un articolo riguardante i migliori servizi e app per imparare le lingue. Il risultato è che ancora oggi ci sono molti siti web dedicati all’insegnamento delle lingue che mi contattano chiedendomi se ho interesse a scrivere qualcosa riguardante il loro servizio dopo averlo testato personalmente.

Questa pratica si chiama content marketing ed è sempre più utilizzata dalle aziende per aumentare la propria popolarità online. Grazie all’enorme crescita di importanza assunta dai cosiddetti “influencer” e i relativi blog, il content marketing è sempre più in crescita.

Dunque riassumendo: l’azienda cerca un modo per far parlare di sé, voi scrivete sul vostro blog per creare contenuti di una certa qualità ma avete anche bisogno di trovare un modo per monetizzare il vostro blog. Quanto sarebbe efficace e produttiva una collaborazione tra voi e questa azienda? Moltissimo.

Il problema è: come facciamo a trovare questa azienda? Non spaventatevi, perché anche l’azienda ha lo stesso vostro problema, visto che in rete esistono milioni di blog e trovare quello giusto è difficilissimo.

Fortunatamente però esiste un servizio che fa esclusivamente questo, ossia mettere in contato editori (blogger) e aziende. Si chiama Coobis ed è una piattaforma alla quale ci possiamo iscrivere con pochi e semplici passaggi. Inseriamo i nostri dati, quelli del nostro sito web, decidiamo il prezzo che richiediamo per ogni articolo e siamo pronti per iniziare.

A questo punto attendiamo che arrivi la proposta per scrivere un articolo. In questa ci sarà scritto cosa è richiesto da parte dell’azienda (briefing), il prezzo (quello proposto da noi a cui va tolto il 30% di commissione che va a Coobis) e la data entro la quale dobbiamo consegnare il lavoro. Possiamo però sia accettare che rifiutare (pensiamo al caso in cui la proposta non si sposa bene con il nostro sito web).

Fate molta attenzione a non cadere nel tranello di accettare qualsiasi proposta pur di monetizzare il blog. Niente di più sbagliato. Nel breve periodo potrebbe essere remunerativo, ma nel lungo potrebbe influenzare negativamente le visite e il ranking del vostro sito web. Tuttavia devo dire che su Coobis non ho mai riscontrato alcuna proposta non in linea con il sito web, segno che c’è molta attenzione sotto questo aspetto da parte delle aziende.

Infine non sottovalutate il lavoro di redazione dell’articolo e della cura del lavoro da consegnare. Vi lascio a questo articolo di Coobis che vi spiega come svolgere un buon lavoro di redazione. Chi meglio di loro può consigliarvi sulla scrittura di contenuti dedicati al marketing.

Per qualsiasi domanda riguardante il content marketing ma anche altre forme di monetizzazione del blog, come sempre, potete contattarmi tramite i commenti, e-mail oppure sui social.

Commenti

I più letti del mese

To Top