Games

GDC a rischio per il coronavirus | Cancellato e rimandato ufficialmente

Alla GDC (Game Developer Conference) cominciano a ritirarsi le grandi aziende, tra cui Sony PlayStation, Facebook Oculus e Kojima Productions.

La GDC (Game Developers Conference), ossia il più grande raduno annuale degli sviluppatori di videogiochi professionisti, è a rischio annullamento a causa del coronavirus.

Aggiornamento 29/2: l’evento è stato ufficialmente cancellato per marzo e rimandato a data da destinarsi.

Dopo l’annullamento del MWC (Mobile World Congress) che si sarebbe tenuto proprio in questi giorni, ora rischia di essere cancellato anche un altro grande appuntamento annuale dedicato al settore tech, ossia la GDC, e il motivo è sempre lo stesso: il rischio di contagio per il coronavirus.

L’organizzazione ufficiale aveva inviato nei scorsi giorni un comunicato ufficiale in cui venivano rassicurate le varie aziende sui metodi utilizzati per prevenire un eventuale contagio, con controlli serrati su tutti i partecipanti.

L’evento dovrebbe tenersi dal 16 al 20 marzo prossimi a San Francisco, in California, negli Stati Uniti.

Tuttavia, come avvenuto con il MWC, anche alla GDC sono proprio le aziende a fare il primo passo e ritirarsi ufficialmente dalla fiera.

La prima azienda è stata Sony PlayStation, seguita poi da Facebook Oculus e da Kojima Productions.

Aggiornamento 25/2: anche EA ha fatto sapere che non sarà presente alla fiera.

Aggiornamento 28/2: alla lista si aggiungono anche Microsoft, Epic Games, Unity, Square Enix, Capcom e CD Projekt Red.

E’ quindi altamente probabile che venga cancellato anche questo evento.

Altri articoli su Stintup.com/Games.

Fonte: gameindustry

GDC a rischio per il coronavirus | Cancellato e rimandato ufficialmente
Commenti

I più letti del mese

To Top