Motori

Fiat 124 Spider: dopo 50 anni ritorna la mitica spider italiana

Direttamente dal Salone dell’Auto di Los Angeles torna un’auto che ha contribuito alla gloriosa storia dell’automobilismo italiano: la Fiat 124 Spider

3 minuti

Dopo mesi (o forse anni?) di speculazioni, immagini, render e quant’altro, ecco arrivare la notizia che tutti gli appassionati di auto (italiane e non ) stavano aspettando da tempo: Fiat tornerà a produrre una spider e riprenderà il nome di quella gloriosa di un tempo, la 124 Spider. Ufficialmente dev’essere ancora svelata al pubblico, ma la notizia è assolutamente affidabile.

Due sono i punti cruciali per questa 124 Spider: meccanica (telaio) e motore. Quest’ultimo è il 1.4 litri (1.368cc) con testata in alluminio da 140 cv (240 Nm di coppia). Per la prima volta il famoso 1.4 MultiAir è stato abbinato alla trazione posteriore (glorioso ritorno in casa Fiat, permettetemi di aggiungere questa nota). La trasmissione è rigorosamente manuale a 6 merce. La rigidità della scocca dovrebbe essere garantita dall’utilizzo misto di alluminio e acciai alto resistenziali. Le sospensioni sono a quadrilatero davanti e multilink dietro.

Segui Stintup Motorsport anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

La linea della MX-5 c'è, ma lo stile è tutto italiano

La linea della MX-5 c’è, ma lo stile è tutto italiano

La roadster italiana è frutto della collaborazione FCA-Mazda. E infatti questa 124 Spider è una “reinterpretazione italiana” della MX-5 di Mazda. In realtà però anche un occhio allenato ed esperto fatica a notare somiglianze con la “sorella”. 124 Spider è infatti opera del Centro Stile Fiat ed i richiami alla vecchia 124 sono lì, davanti agli occhi di qualsiasi appassionato: la calandra esagonale, la doppia gobba sul cofano motore (forse uno degli elementi più chiari), le luci “orizzontali”, i fari anteriori di forma arrotondata.

Altre cose possono invece richiamare la “sorella” Mazda, come il tetto apribile in tessuto derivato da quest’ultima. La capote è a chiusura manuale, ma fonti riferiscono che è talmente semplice e “leggera” che è possibile effettuare il movimento con una mano grazie ad “una molla d’appoggio che riduce lo sforzo necessario” (come per la MX-5).

fiat-124-spider_5

124 Spider è stata concepita con lo stesso spirito che possiamo trovare su Alfa 4C e Giulia: il piacere di guida al primo posto. Però non mancano gli accessori che uniscono quest’ultimo alla possibilità di utilizzare la vettura tutti i giorni, come il display touch da 7″ con DAB (e opzione navi 3D), l’impianto Bose con 9 altoparlanti, il Bluetooth, la telecamera di retromarcia, i sedili riscaldabili e il sistema Keyless Enter’n Go (per poter accedere alla vettura semplicemente avvicinando la chiave). Oltre a questi optional interni, sono disponibili anche i fari anteriori adattivi, l’EBD (regola la pressione di frenata tra l’avantreno e il retrotreno), l’ERM (sistema anti-ribaltamento), il freno di stazionamento meccanico, i sensori di parcheggio e le barre di protezione nelle porte.

fiat-124-spider_1

In seguito alla presentazione dell’Alfa Giulia, gli interni delle vetture FCA sembrano migliorati non poco…

Gli allestimenti disponibili saranno due: “Spider” e “Lusso”. Inoltre al lancio ci sarà una versione a tiratura limitata (124 esemplari numerati) per celebrare i 50 anni di 124. Quest’ultima, denominata “Anniversary” avrà una livrea “Rosso Passione” e sedili in pelle nera. L’allestimento classico (o Spider) prevede doppio terminale di scarico, roll-bar neri, maniglie, minigonne e montanti in tinta carrozzeria e cerchi in lega da 16″, proiettori alogeni, sedili in tessuto nero, cruise control e una mostrina argentata sulla plancia. La versione Lusso aggiunge invece i cerchi in lega da 17″, roll-bar e montante anteriore argento, doppio scarico cromato, fari fendinebbia, climatizzatore automatico, sedili in pelle (nero o tabacco) e cruscotto con cucitura a vista.

Non sono previste ulteriori varianti di motori per ora, anche se una versione Abarth per il futuro, a mio avviso, ci potrebbe stare. Nel frattempo l’unica cosa su cui potete sbizzarrirvi sono i colori (otto): Rosso Passione e Bianco Gelato (pastello), Nero Vesuvio, Grigio Argento, Grigio Moda, Bronzo Magnetico e Azzurro Italia (metallizzati) e il tristrato Bianco Ghiaccio.

Insomma quel mix di sospensioni (quadrilatero davanti e multilink dietro), motore e leggerezza del telaio, servosterzo elettrico e trazione al posteriore dovrebbero non deludere gli appassionati di “guida emozionale” di tutto il mondo. 

Vedi il PDF con la scheda tecnica (by EVO Italia)

Fonti: OmniAutoEVO

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Commenti

I più letti del mese

To Top