Guide

Crowdfire: come conoscere chi non vi segue più su Twitter e Instagram

2 minuti

Crowdfire è l’ex JustUnfollow, famoso per scoprire chi aveva smesso di seguirci su Twitter

Nell’era dei social network la reputazione si conta anche in termini di follower e like. In alcuni casi, come quello di Facebook, ci vengono in soccorso delle app ufficiali, come il “Gestore di Pagine” che aiuta a gestire e conoscere meglio le attività della nostra pagina Facebook, con tanto di statistiche più o meno precise ma efficaci.

Voi, quando scoprirete i simpaticoni di cui parlo nell’articolo!

Nel caso di Twitter e, soprattutto, di Instagram, questi programmi non ci sono. O almeno non ci sono in forma ufficiale. Senza contare poi che su questi social network va molto di moda il “follow veloce”. Cosa intendo con questo? Praticamente molti account (compresi quelli ufficiali di alcune aziende/politici) iniziano a seguirti per u determinato tempo o finché anche tu ricambi. A quel punto loro, come per magia, tolgono il follow dal tuo profilo.

Segui Stintup anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Perché fanno questo? Per avere più fan ovviamente e per far vedere che sono tutti “genuini” (io seguo pochi ma tanti seguono me). Insomma è una sorta di compravendita a titolo gratuito di fan. Tanto la maggior parte delle persone non si accorgono nemmeno della cosa, dato che Twitter ci notifica solo quando qualcuno ha iniziato a seguirci ma non quando quel qualcuno ha smesso di farlo.

Con Instagram funziona più o meno alla stessa maniera. Anche lì però non è possibile capire quando qualcuno ha smesso di seguirvi, a meno che non vi ricordiate perfettamente tutti i vostri followers a memoria.

Per questo ci viene incontro uno strumento gratuito: Crowdfire. Io ero un vecchio utilizzatore del suo predecessore, JustUnfollow, e devo dire che mi trovo egregiamente anche con il suo successore. Il mio utilizzo di questi servizi è iniziato quando ho scoperto che molti personaggi influenti (e non) oltre che aziende, cominciavano a seguirmi per poi scomparire dalla mia lista followers dopo qualche giorno (nonostante io ricambiassi). Il che mi infastidiva parecchio.

Con Crowdfire vi basterà accedere con i vostri profili Twitter e Instagram (o uno solo dei due) per avere sotto controllo tutta la lista followers divisa in: Non seguaci, Fan, Seguaci recenti, Non-più-seguaci recenti e altre opzioni.

Inoltre sono disponibili ulteriori opzioni a pagamento per avere più controllo dei nostri profili. Io sinceramente non ne ho mai sentito il bisogno ma può essere che a qualcuno di voi, magari più “influencer” di me, abbia interesse in maggiori funzioni.

Vi ricordo infine che sono disponibili anche le app per smartphone:

Crowdfire per iOS – Crowdfire per Android – Sito web per desktop

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Commenti

I più letti del mese

To Top