Editoriali

Cosa significa la “i” dei prodotti Apple come iPhone? Ve lo spiega Steve Jobs dal lontano ’98

Vi siete mai chiesti il significato del prefisso “i” davanti ad iPhone, iPod, iPad e iMac? Ve lo spieghiamo qui…anzi ve lo spiega Steve Jobs dal lontano 1998

1 minuto

Molte persone, me compreso, si sono sempre chieste del significato della “i” davanti ai prodotti Apple, quali l’iMac, l’iPod, l’iPhone l’iPad (ne ho dimenticato qualcuno?). La risposta è sempre stata vaga finché il quotidiano Independent ha pubblicato la notizia.

Ebbene sì, c’è una risposta precisa a questa domanda ed è stata data proprio da lui, Steve Jobs. Non credo ci sia bisogno di presentare Jobs. Fatto sta che nel 1998, durante la presentazione del primo iMac, ha spiegato chiaramente il perché è stato deciso l’accostamento della lettera “i” con la parola “Mac”.

Segui Stintup anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Queste sono state le sue precise parole:

iMac comes from the marriage of the excitement of the Internet with the simplicity of Macintosh. We are targeting this for the no. 1 use that consumers tell us they want a computer for, which is to get on the Internet simply and fast.Steve Jobs, Apple Inc. Co-Founder

In parole semplici la “i” sta per indicare il matrimonio tra Internet (considerate che in quegli anni si assisteva al vero e proprio sviluppo della rete Internet e del World Wide Web su scala planetaria) e la semplicità dei Macintosh.

La “i” però non stava solo per Internet. Il prefisso usato da Apple, infatti, stava anche per “individual, instruct, inform and inspire”, come suggerito dallo stesso Jobs in una slide durante l’evento del ’98.

E’ chiaro che i tempi sono cambiati e la “i” è diventata più un simbolo o meglio ancora un marchio “premium”. Se pensiamo infatti al primo iPod l’unica parola che ci viene in mente è musica e non certo Internet, visto che non rientrava minimamente nelle sue capacità.

Tutt’altro discorso invece vale per iPhone, dove Internet centrava eccome, anche se quasi sicuramente anche qui non si è pensato al significato originario del prefisso, ma si è seguita la scia e la strada ormai spianata grazie soprattutto alle ottime vendite di iPod.

Da sottolineare, infine, che gli ultimi prodotti creati a Cupertino hanno perso l’utilizzo del prefisso “i”. Un esempio sono Apple Watch (che molti chiamano erroneamente iWatch, giusto per farvi capire l’importanza e l’impronta che ha lasciato quel suffisso nella mente delle persone) e Apple TV.

Vi lascio infine al video ufficiale di quell’evento, ormai storico:

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Basta un LIKE su Facebook per supportare Stintup.
Siamo anche su TelegramInstagram, Periscope e YouTube.
Commenti

I più letti del mese

To Top