Inside

Il coronavirus fa volare in borsa le società che lavorano al vaccino

Un’azienda in particolare negli USA sembra molto vicina ad aver trovato il vaccino per il coronavirus e la Borsa comincia già a premiarla.

Illustrazione del coronavirus 2019-nCoV

Mentre il mondo intero è in massima allerta per il coronavirus che si sta diffondendo a macchia d’olio (due casi accertati anche in Italia), ci sono alcune aziende che hanno visto le proprie quotazioni letteralmente volare in alto. Mi riferisco a quelle società che stanno lavorando per cercare un vaccino che possa sconfiggere il coronavirus.

Le aziende che stanno lavorando al vaccino contro il coronavirus sono diverse. Quella messa meglio al momento, secondo le prime indiscrezioni, sembra essere Vir Biotechnologies, una clinica specializzata nel settore immunologico con sede a San Francisco.

Dai primi giorni dell’anno la società ha visto le azioni fare un balzo arrivando quasi a toccare un +140% nella giornata odierna rispetto al 2 gennaio.

Potrebbe interessarti: le conseguenze del coronavirus, tra aziende e negozi chiusi e voli cancellati.

Ha fatto la sua parte l’annuncio ufficiale da parte dell’azienda, che ha dichiarato ufficialmente di lavorare “per verificare rapidamente se degli anticorpi monoclonali (mAb) si legano e neutralizzano il 2019-nCoV, conosciuto come il coronavirus di Wuhan”.

La Vir Biotechnologies ha anche emesso un comunicato stampa in cui viene chiaramente ammesso che alcuni anticorpi monoclonali (mAb) hanno neutralizzato altri ceppi di coronavirus. Secondo la società questi mAb “potrebbero avere il potenziale per trattare e prevenire il coronavirus di Wuhan”.

Oltre alla Vir ci sono anche altre aziende che stanno lavorando al vaccino per il coronavirus, tra cui Inovio pharmaceuticalsModerna e Novavax. Si tratta anche in questo caso di aziende statunitensi.

Le quotazioni sono salite anche in seguito all’annuncio della “Coalizione for Epidemic Preparedness Innovations” (si tratta di un’organizzazione non profit pubblica-privata norvegese) riguardante l’emissione di finanziamenti pari a 11 milioni di dollari a Inovio e Moderna per sviluppare vaccini contro il coronavirus.

Fonte: IlSole24Ore

Altre notizie sui mercati azionari su Stintup.com/Inside.

Commenti

I più letti del mese

To Top