Inside

Come e dove comprare Bitcoin, Litecoin, Ripple e altre criptovalute | I migliori exchange

dove comprare bitcoin

Vi siete mai chiesti “come e dove comprare Bitcoin” e le altre decine di criptovalute presenti ormai sul “mercato”? Questa guida vi aiuterà a rispondere a questa domanda.

I Bitcoin e le criptovalute in generale sono un po’ la moda del momento, diciamocelo. Uno strumento finanziario che fino a un anno fa conoscevano in pochi, ora è sulla bocca di tutti. Il che potrebbe essere un male se anche questo strumento finanziario seguisse le classiche regole dei mercati finanziari. Peccato però che fino ad ora ne segue ben poche di regole, perché di fatto non è regolamentato.

Quindi non sappiamo se continuerà a crescere anche in questo 2018 o se crollerà inesorabilmente. Quel che ormai sappiamo è che comprarli è tutt’altro che difficile ormai e ve lo spiego in questo breve ma (spero) esaustivo articolo dove cerco di rispondere alla domanda “Come e dove comprare Bitcoin?”.

Ti consiglio: Come comprare Bitcoin | Guida dedicata ai principianti

Cos’è una criptovaluta?

Una criptovaluta (o crittovaluta o criptomoneta) è una valuta paritaria, decentralizzata e digitale la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta in sé. Come ogni valuta digitale, consente di effettuare pagamenti online in maniera sicura.

Esse utilizzano tecnologie di tipo peer-to-peer (p2p) su reti i cui nodi sono computer di utenti disseminati in tutto il globo. Su questi computer vengono eseguiti appositi programmi che svolgono funzioni di portamonete. Non c’è attualmente alcuna autorità centrale che le controlla. Le transazioni e il rilascio avvengono collettivamente in rete, pertanto non c’è una gestione di tipo “centralizzato”. Queste proprietà uniche nel loro genere, non possono essere esplicate dai sistemi di pagamento tradizionale.

Sono state definite oltre trenta diverse specifiche e protocolli per lo più simili o derivate dal Bitcoin. Alcuni stati, tra cui il Giappone, hanno riconosciuto al Bitcoin corso legale, e dunque in questi stati può essere usato legalmente al posto della valuta locale.

La maggior parte delle criptomonete sono progettate per introdurre gradualmente nuove unità di valuta, ponendo un tetto massimo alla quantità di moneta che sarà in circolazione. Ciò viene fatto sia per imitare la scarsità (e il valore) dei metalli preziosi, sia per evitare l’iperinflazione. Comparate con le valute ordinarie gestite dagli istituti finanziari o tenute come contante, le criptomonete sono meno suscettibili a confische da parte delle forze dell’ordine. Le criptomonete esistenti sono tutte pseudonimi che consentirebbero l’anonimato.

Wikipedia

Grafico BTC/USD (1 anno circa)

L’incredibile ascesa del Bitcoin è mostrata nel grafico sopra. Mi sembra ieri che ero lì sulla sedia in camera mia a scrivere questo articolo: Bitcoin, record storico: ora vale più dell’oro. L’articolo è datato 3 marzo 2017. Ciò vuol dire che in 10 mesi (in realtà meno) questa valuta virtuale è passata da un valore di circa 1000 dollari all’attuale di 15.000 dollari (dopo aver toccato i 20.000, tra l’altro).

A questo punto mi sembra più che lecito che io vi dica dove e come comprare questi Bitcoin. In realtà è molto semplice il tutto, ma dovete sapere prima che esistono molte altre monete virtuali.

Offerte ancora attive:
 15€ gratis con Revolut* 
 Buoni Amazon gratis: come ottenerli 
 Amazon Prime Student: 90 giorni gratis 
*(attiva Revolut, carica il conto con bonifico o carta, richiedi la carta fisica, effettua un primo pagamento con la carta)

Le più famose criptovalute presenti sul mercato

Bitcoin (BTC o XBT)
Ethereum (ETH)
Ripple (XRP)
Bitcoin Cash (BCH)
Litecoin (LTC)
Monero (XMR)
– Waves (WAVES)
– IOTA (IOTA)
– Ada
– DeepOnion

Il valore dei Bitcoin è salito in modo vertiginoso durante gli ultimi mesi, sopra ogni più rosea aspettativa.

Come e dove comprare Bitcoin e altre cripto

Ci sono vari posti dove poter comprare le criptovalute. Ci sono alcuni siti web dove si acquista direttamente quella specifica criptovaluta (rari) e ci sono dei veri e propri exchange dov’è possibile acquistarne diversi tipi e in varie quantità. Questi ultimi sono svariati e ogni giorno ne nascono di nuovi. Ovviamente, come avviene con i mercati finanziari, ci sono quelli più o meno convenienti (leggasi commissioni più o meno elevate).

Leggete questo paragrafo con molta attenzione. Vi spiego come comprare qualsiasi criptovaluta, come mantenerle al sicuro e i rischi che si corrono

Generalmente con gli Euro o i Dollari potremo comprare solo le valute principali (Bitcoin, Ethereum, Litecoin e Bitcoin Cash su tutte). Per comprare le altre valute “secondarie” (dette in gergo Altcoin) dovremo affidarci ad un altro exchange e cambiare i nostri Bitcoin o Ethereum con la valuta prescelta.

Quindi, ricapitolando, la procedura sarà questa (è un esempio):
1. Mi iscrivo su Coinbase.
2. Effettuo un bonifico per ricaricare il mio conto su Coinbase.
3. Cambio i miei Euro (EUR) con Ethereum (compro quindi la moneta ETH).
4. A questo punto vorrei acquistare la moneta Ripple (XRP), cosa non possibile su Coinbase.
5. Dunque mi iscrivo ad un exchange che mi permetta di fare questo. Come per esempio Binance.
6. A questo punto trasferisco su Binance i miei ETH da Coinbase, con i quali posso acquistare gli XRP.

A questo punto vi starete chiedendo: perché non ho direttamente comprato XRP da Binance con i miei Euro, senza passare per Coinbase? Semplice: perché Binance come molti altri Exchange che trattano diverse valute non permettono questa operazione e non permettono nemmeno i bonifici in Euro. In pratica dovrete possedere una moneta come Bitcoin o Ethereum (vi consiglio quest’ultima).

N.B. Informatevi bene sul sito di ogni exchange quali sono le fee (commissioni) da pagare per ogni operazione che vorrete fare. Sappiate che queste fee sono variabili nel tempo, ma sempre nei limiti imposti dall’exchange.

N.B.2. NON lasciate mai i soldi sull’exchange, a meno che non vogliate fare trading giornaliero con le valute. Infatti questi exchange sono semplici siti, non regolamentati ovviamente, che potrebbero essere creati da qualsiasi persona che da un momento all’altro potrebbe scappare con i vostri soldi. NESSUNO potrà garantirvi che questo non avvenga. Il mio consiglio è quindi di utilizzare gli exchange solo per scambiare le monete e non lasciarci mai niente a lungo periodo.

Cosa fare quindi con le vostre monete virtuali? Semplice, ve lo spiego in questa procedura:
1. Dopo aver comprato e scambiato le monete, spostatele dall’exchange al vostro wallet privato.
2. Per far ciò, scaricate un wallet (portafoglio) privato, alla fine dell’articolo trovate diverse proposte.
3. Anche in questo caso fate molta attenzione alla scelta del Wallet, potrebbe compromettere la sicurezza del vostro tesoretto.
4. Una volta scelto, il wallet creerà una chiave privata e una pubblica (la prima NON dovete darla a nessuno e dovrete salvarla in un posto sicuro, la seconda invece è come un IBAN pubblico).
5. Attraverso la chiave pubblica potrete effettuare i trasferimenti di monete virtuali dall’exchange al vostro wallet o dal vostro wallet ad un altro wallet, così come dal wallet all’exchange. Ogni wallet avrà una sua chiave che sarà diversa per ogni moneta.

Exchange (i più famosi)

I seguenti exchange sono luoghi virtuali in cui poter acquistare monete virtuali. Ognuno ha caratteristiche diverse e commissioni più o meno elevate. Sta a voi scegliere quello che più vi si addice. Vi raccomandiamo di ponderare bene la scelta quando affidate i vostri soldi a questi siti web. Utilizzate solo gli exchange più conosciuti e diffidate dagli altri, o comunque informatevi bene prima.

BINANCE. La mia piattaforma preferita, permette di acquistare moltissime crypto presenti nel mercato (praticamente tutte le monete sono presenti). Ha una commissione bassa e singola: 0,1%. Per maggiori info: www.binance.com, oppure inquadrate il QR code in basso con la fotocamera del vostro smartphone:

Tuttavia se non avete alcuna moneta virtuale prima dovrete comprarla in un exchange che vi permetta di scambiare i vostri euro con Bitcoin o altre crypto. Un esempio è Coinbase:

COINBASE. La più importante piattaforma exchange. Nata nel 2012, ha oltre 10 milioni di iscritti e operazioni superiori ai 50 miliardi di dollari. Il suo punto di forza è l’estrema facilità d’uso grazie ad un’interfaccia moderna e funzionale. I prodotti acquistabili sono però pochi: Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin. Purtroppo le commissioni sono molto alte3,99% per ogni operazione conclusa.

N.B. Se acquisti da questo link e acquisti/vendi più di 100$/81€ in valuta digitale, riceverai 10$/8€www.coinbase.com/join

SPECTROCOIN. Ottimo exchange che fa anche da wallet e offre la possibilità di avere anche una carta fisica per le spese di tutti i giorni. Offre una sicurezza di tipo 2FA. Prima di depositare sul conto i vostri € dovrete essere verificati (basta una copia di un documento), così come avviene in altri exchange. Qui potrete cambiare poi i vostri Euro con altre monete virtuali (al momento in cui scrivo sono presenti BTC, XAU, DASH, ETH, BNK, XEM). Per altre informazioni potete andare sul sito ufficiale: www.spectrocoin.com.

PAXFUL. Un vero e proprio mercatino dove poter vendere e comprare monete virtuali. La commissione è a carico solo del venditore ed è di solo l’1%. Quindi voi che acquistate non avrete alcuna commissione. Date un’occhiata al sito e, se volete, registratevi (è gratis) per vedere bene come funziona cliccando qui: www.paxful.com/buy-bitcoin.

LOCALBITCOINS. Un altro mercatino dove poter vendere e comprare monete virtuali. Con tanto di venditori e annunci. La commissione è dell’1% solo in caso di compravendita completata (addebitata al creatore dell’annuncio). L’inserimento degli annunci è completamento gratuito. Per maggiori informazioni: www.localbitcoins.com.

KRAKEN. Principale concorrente di Coinbase, è anch’essa molto semplice da utilizzare. Abbiamo inoltre molte più criptovalute acquistabili. Inoltre è possibile impostare vari parametri automatizzati per l’acquisto/vendita che ricordano moltissimo le classiche piattaforme di trading finanziario tradizionale. Le commissioni infine sono abbastanza buone: variano dallo 0,14% allo 0,26%. Per maggiori info: www.kraken.com.

EXMO. Un exchange semplice da utilizzare e con una commissioni fissa dello 0,2%. Maggiori informazioni qui: www.exmo.com.

BITFINEX. Molto simile a Kraken sia come strumenti di automatizzazione delle operazioni sia come commissioni (in questo caso variano dallo 0% fino allo 0.200%). Per maggiori info: www.bitfinex.com.

BITPANDA. Grazie a questo sito noi europei possiamo acquistare Bitcoin con una carta di credito, PayPal e altri metodi di pagamento senza alcun problema. Maggiori info qui: www.bitpanda.com.

BITSTAMP. Una delle migliori alternative europee per acquistare Bitcoin, ha delle commissioni che vanno dallo 0,25% allo 0,1%. Per maggiori info: www.bitstamp.net.

THEROCKTRADING. Piattaforma tutta italiana. Commissioni che vanno dallo 0,20% fino allo 0,02%. Per maggiori info: www.therocktrading.com.

CEX. Un altro ottimo exchange con commissioni a scaglione che vanno dallo 0,25% allo 0,00%. Per maggiori info: www.cex.io.

LAKEBTC. Commissioni a scaglioni dallo 0,15% allo 0%. Maggiori informazioni qui: www.lakebtc.com.

COINMAMA. Compravendita di bitcoin con una carta di credito. Maggiori info qui: www.coinmama.com.

VirWoX. Maggiori info: www.virwox.com.

Prodotti (ICO)

Queste moente, nel momento in cui scriviamo questo articolo, sono ancora in fase di lancio. Non sappiamo se avranno successo, ma ognuna di queste vi regaleranno una o più criptomonete o token con la sola registrazione al loro sito. Ne vale la pena no?

CRYPTALDASH. E’ l’exchange del futuro, per ora in fase ICO, che si preannuncia davvero innovativo: da un unico posto si potrà accedere agli exchange terzi e già esistenti, sarà integrato con i dati di Bloomberg e i grafici di Trading View e molte altre chicche tutte da scoprire.

KOCURRENCY. KoCurrency è una nuova moneta digitale ancora poco o per nulla conosciuta. Tuttavia in futuro potrebbe avere un discreto successo. Solo registrandovi al sito vi verrà regalata una moneta, inoltre con 0,6$/KoCurrency potrete acquistarne altre. Altre informazioni qui: www.kocurrency.com.

SPHERE. Moneta dedicata al social networking. E’ atualmente in fase di ICO e se vi registrate tramite questo link otterrete 50 token gratuiti! Link: www.sphere.social.

CCRB. Altra ICO molto interessante che al momento in fase di registrazione vi regala 5$ in CCRB. Potete registrarvi qui: www.ccrb.io.

Come guadagnare con i Bitcoin. Prestiti in crypto

Un modo di guadagnare con i vostri Bitcoin è sicuramente quello di prestarli ad altri.

BITBOND. Possiedi molti Bitcoin? Potresti guadagnarci prestandoli a qualcun altro. Se invece non ne hai, potresti pensare di chiederli in prestito. A questo serve Bitbond. Trovate più informazioni sul sito ufficiale: www.bitbond.com.

XCOINS. Funziona come il mutuo o un qualsiasi prestito. Solo che al posto dell’auto o della casa, qui riceverete Bitcoin. Trovate più informazioni sul sito ufficiale: www.xcoins.io.

Mining

In poche parole la creazione ci criptovalute. In pochi possono farlo e in pochissimi possono rendere favorevole questa operazione al giorno d’oggi a causa soprattutto del costo della corrente in Italia. Se avete però un PC con hardware tale da poterlo fare e soprattutto avete dei pannelli solari, allora il mining potrebbe ancora fare per voi. Occhio però che i componenti avranno vita molto breve.

GENESIS MINING. Il mining di criptovalute, specie di quelle che hanno raggiunto un valore elevato, è diventato impossibile con i computer di casa. In poche parole, il costo dell’energia per lasciare acceso il PC 24 ore su 24 per lavorare e minare monete digitali sarebbe di gran lunga superiore rispetto al loro valore. Diverso è il discorso se invece sfruttiamo la potenza di calcolo di milioni di PC sparsi sulla terra grazie al Cloud. Vi presento il cloud mining!

N.B. Con il codice Nq43YO otterrai uno sconto del 3% sull’acquisto.

GOLEM.

SONM.

Come e dove tenere le nostre crypto | Il Wallet (Portafoglio)

Una volta minate o acquistate le vostre crypto, sono sicuro che vorreste tenerle da parte al sicuro e non perderle. Infatti il meccanismo della privacy fa sì che siete voi i responsabili di queste criptomonete e nessun altro. Dunque gestirete tutto voi e sarete responsabili anche di dove e come le metterete al sicuro.

COINPAYMENTS. Un portafoglio online dove tenerle tutte quante in modo semplice e senza dover installare nulla è Coinpayments.net. Semplice da utilizzare ma meno sicuro di un portafoglio installato nel vostro PC o un hardware wallet come Ledger che noi vi raccomandiamo.

MYETHERWALLET. Al momento in cui scriviamo, il portafoglio online più sicuro per mantenere Ethereum è questo: www.myetherwallet.com. Fate attenzione ai moltissimi falsi di questo sito (SCAM)!!

Tuttavia io vi consiglio un portafoglio da tenere sul PC, perchè più sicuro, oppure un portafoglio hardware come Ledger, che è il massimo della sicurezza.

ELECTRUM. A mio avviso IL migliore portafoglio, gratuito, open source e con livelli altissimi di sicurezza. Purtroppo è limitato ai soli Bitcoin (o comunque a poche altre valute). Lo potete scaricare qui: electrum.org.

EXODUS. Un altro portafoglio molto semplice da utilizzare e che consente di mantenere diverse monete è sicuramente Exodus.

LEDGER. Per tenerle al sicuro al 100% potete poi utilizzare un portafoglio hardware come questi: www.ledgerwallet.com.

Come seguire l’andamento del nostro portafoglio

Per tenere d’occhio l’andamento delle crypto potete utilizzare questo semplice sito web: coinmarketcap.com.

Tramite smartphone invece potrete utilizzare un’ottima app gratuita per seguire l’andamento del vostro portafoglio. Si chiama Coin Stats ed è disponibile sia per iOS (https://goo.gl/GRdUVL) sia per Android (https://goo.gl/reRKai).

Glossario Crypto

Vi segnaliamo le spiegazioni di alcuni termini che riteniamo importante sapere. Tutte le spiegazioni e le voci sono state prese dal forum di Finanzaonline (pubblicate dall’utente revelate) dove potete trovarne molte altre e vi consigliamo di dare una lettura.

Alternative currencies/Alt Coins
Esistono centinaia di altre monete alternativa al Bitcoin (e in continuo aumento), si usa questo termine per riferirsi a questo folto gruppo alternativo.

Blocco
Un blocco è una parte della blockchain, contiene le transazioni in attesa,
è su ogni singolo blocco che compone la Blockchain (dall’inglese “catena di blocchi”) che vengono impresse e registrate le transazioni tra due o più utenti. Questi blocchi sono collegati tra loro in una successione temporale e soltanto quando un blocco viene chiuso in seguito al calcolo di un complesso algoritmo, attraverso il mining, la transazione può essere considerata chiusa e controfirmata.

Blockchain
La blockchain, o catena di blocchi, è il libro contabile in cui sono registrate tutte le transazioni fatte -nel caso del Bitcoin- dal 2009 ad oggi. Si tratta di un database distribuito, ovvero non presente su un solo server o computer, ma condiviso da tutti i pc che supportano il progetto (nodi).

Chiave Privata
Una chiave privata è una parte di dati segreti che provano che sei tu ad utilizzare bitcoin da un determinato portafoglio attraverso una firma crittografata. La tua chiave privata (o chiavi private) è conservata nel tuo computer se utilizzi un portafoglio software; invece è conservata nei server se utilizzi un portafoglio web. La chiave privata non deve essere rivelata ad altri in quanto ti permette di utilizzare i fondi dal tuo portafoglio Bitcoin.

Conferma
La conferma indica che una transazione è stata processata dalla rete ed è altamente improbabile che sia respinta. La transazioni ricevono una conferma, quando sono incluse in un blocco e per ogni blocco successivo. Anche una singola conferma può essere considerata sicura per le transazioni di basso valore, sebbene per cifre maggiori come 1000 USD, è consigliabile attendere ben 6 conferme o di più. Ogni conferma esponenzialmente diminuisce il rischio di una transazione respinta.

Exchange
Mercato dove è possibile acquistare e vendere sia Bitcoin che le altre criptovalute, come un in mercato azionario. L’exchange è solito trattenere una parte degli scambi come fee (tassa di transazione).

Fee
In termine fee si riferisce ad una tassa da pagare per far si che avvenga la transazione.

Fiat
Valuta con corso legale (ci si riferisce tipicamente a valuta cartacea). USD, EURO, AUSD, GBP, etc., sono valute fiat.

GAS price Ethereum
Ethereum Gas Price, ovvero il prezzo interno per far eseguire una transazione o un contratto sulla blockchain di Ethereum.
Il funzionamento dell’Ethereum Gas Price non è differente dall’uso dei Kw per misurare il consumo di elettricità.
Ethereum ha un limite di dimensione del blocco – quindi tu paghi per avere spazio premium nel blocco successivo, proprio come succede con i bitcoin.

Hard fork
Modifica del protocollo della moneta. Divisione di una blockchain, con la formazione di un nuovo protocollo, di conseguenza una seconda blockchain, che non è retrocompatibile con le versioni precedenti.

Hash
Hash è un algoritmo che serve per fornire un riassunto di alcune informazioni per determinarne la correttezza in maniera univoca. L’elaborazione di un singolo blocco richiede milioni di operazioni di Hash.

Hash Rate
Per hash rate si intende l’unità di misura della potenza di elaborazione della rete Bitcoin. Per fini di sicurezza la rete Bitcoin deve eseguire delle operazioni matematiche intensive. Quando la rete raggiunge un hash rate di 10 Th/s, significa che può realizzare un trilione di calcoli al secondo.

Hashing
L’hashing è l’unità di misura della potenza del mining.

Indirizzo
Un indirizzo Bitcoin è equivalente ad un indirizzo fisico o ad una e-mail. E’ la sola informazione che devi fornire a qualcuno affinchè possa pagarti con Bitcoin. Una differenza importante, comunque, è che ogni indirizzo dovrebbe essere utilizzato unicamente per una singola transazione.

ICO
Abbreviazione per Initial Coin Offering. Analogamente a quanto accade durante una IPO (Initial Public Offer) per le società che si quotano in Borsa, la ICO è il momento in cui per la prima volta vengono offerte agli investitori unità di nuove criptovalute o crypto-tokens. Gli investitori normalmente possono acquistare i nuovi tokens utilizzando altre criptovalute (Bitcoin, Ethereum o altre) oppure possono conferire valute fiat.
Le ICO possono essere considerate una sorta di crowdfunding, infatti ormai da anni sono utilizzate dalle “cripto startup” per finanziare lo sviluppo e l’implementazione di nuovi progetti in ambito blockchain e relative applicazioni.

Miner
Risorsa hardware o software che consente l’operazione di mining. L’hardware utilizzato può essere la CPU, la GPU o hardware dedicato. L’hardware si interfaccia con del software che consente di specificare dove effettuare l’operazione di mining e con quali parametri.

Mining
Per mining si intende il processo che fa eseguire all’hardware del computer calcoli matematici al fine di confermare le transazioni ed aumentare la sicurezza della rete Bitcoin. Come ricompensa per il loro servizio, i miner(minatori) di Bitcoin possono incassare delle commissioni sulle le transazioni che confermano insieme ai nuovi bitcoin appena creati. Quello del mining è un mercato specializzato e competitivo dove le ricompense sono divise in base a quanti calcoli sono stati eseguiti.

Wallet/Portafoglio
portamonete virtuale per ricevere, custodire e spendere criptovalute e tokens. Esso continene la chiave privata per apporre la firma digitale necessaria all’esecuzione di una transazione in uscita (pagamento) ed un indirizzo “di deposito” (assimilabile all’Iban bancario) per le transazioni in entrata (depositi e ricezione pagamenti) E’ un file che potete tenere sul vostro computer, in un drive a parte come una pendrive usb, o in hardware specifico (Hardware Wallet) Può anche essere conservato in forma cartacea (Paper Wallet).

Commenti

I più letti del mese

To Top