Tecnologia

Cina, fabbriche di Foxconn (iPhone) già pronte per il picco di produzione

cina fabbriche

Mentre la pandemia si sviluppa in occidente, la Cina riparte a pieno regime per la produzione, con le fabbriche di Foxconn in testa.

Foxconn, principale produttore di componenti elettroniche al mondo, tra cui gli iPhone, ha dichiarato di essere più che preparata con le sue fabbriche in Cina per affrontare la stagione di massima produzione.

Il produttore cinese è infatti uno dei principali responsabile di tutta l’elettronica di consumo circolante nel mondo e in questo periodo solitamente si parte con la produzione di molti smartphone nuovi.

Foxconn ha sottolineato come abbia già assunto tutti i lavoratori stagionali (in anticipo rispetto al solito) necessari per far fronte al picco produttivo previsto in tutti gli stabilimenti.

Picco che però dovrà tenere conto dell’andamento della domanda e offerta mondiale. La stessa Cina sta soffrendo per quanto riguarda le vendite.

Dopo le chiusure forzate a causa del coronavirus, la Cina riparte pian piano (ma neanche tanto piano) aprendo le fabbriche, seppur con molte attenzioni ovviamente.

La stessa Foxconn ha chiarito che verranno prese tutte le precauzioni del caso:

  • oltre 55.000 test per verificare la positività al coronavirus
  • oltre 40.000 dipendenti sottoposti ai raggi X al petto

Fonte: Nikkei Asian Review

Commenti

I più letti del mese

To Top