Games

CAT Interstellar

Mentre esploravo la mia libreria Steam alla ricerca di qualcosa di nuovo da giocare mi sono imbattuta in CAT Interstellar. A quanto pare era lì da quasi un anno e non ricordavo nemmeno della sua esistenza (il gioco è uscito ad ottobre 2017). Senza andare a leggere le valutazioni degli utenti di Steam, ma guardando solo qualche screenshot, mi sono decisa a scaricarlo ed iniziarlo. Devo essere sincera, mi ispirava parecchio e sembrava proprio il gioco adatto a me; la descrizione recita: “A short story inspired by Robert Heinlein’s: The Moon Is a Harsh Mistress“. Insomma una sorta di walking sim ispirato ad un libro di Heinlein, considerato uno dei padri fondatori dello Sci-Fi, sembrava essere una bella ricetta per una storia promettente. Ma ora vediamo in dettaglio CAT Interstellar.

L’inizio

All’avvio del gioco non compare alcun menu, siamo già dentro al gioco. Ci troviamo in una navicella spaziale, possiamo esplorare un po’: attraverso degli oblò possiamo vedere lo spazio, se guardiamo in basso possiamo vedere il nostro corpo e scoprire così che siamo un androide. Tutta la navicella è popolata di androidi che parlottano tra di loro e scambieranno qualche battuta con noi se passiamo vicino a loro. Una voce ci suggerisce di andare verso la sezione “Departures”, ovvero la sala partenze. Arrivati qui ci troviamo davanti ad un pannello di controllo che è a tutti gli effetti il menu di gioco. Sono disponibili cinque capitoli, più il capitolo “Credits”. Andando a selezionare il primo, dopo la finestra di caricamento ci troveremo a vestire in panni di DOG-IV, una drone quadrupede fluttuante che lavora con gli androidi. Ci viene detto da una androide di passare per il laboratorio, poi di andare verso gli ascensori e infine possiamo uscire da questa stazione per ritrovarci su Marte. Ma cosa ci fanno dei robot su Marte? Nulla di più semplice! Stanno cercando di rendere il pianeta rosso abitabile per gli umani, poiché la Terra versa in condizioni disperate. Il nostro compito, quello principale almeno, è cercare di recuperare alcuni dati da robot rimasti intrappolati nelle miniere con cui si sono persi i dati. In realtà poi si scoprirà qualcosina di più ma… questo starà a voi.

Mars

Effettivamente la trama potrebbe sembrare interessante, ma è stata poi sviluppata abbastanza grossolanamente. Ci sono grossi buchi di sceneggiatura, altre cose dobbiamo ipotizzarle noi. E’ il caso di dire che potenziale ce n’era, ma è stato sviluppato male, particolarmente il finale che per capirlo ho dovuto leggere le note dello sviluppatore. Fa sperare bene la dichiarazione di Ionized Games (produttori e sviluppatori) riguardanti il desiderio di migliorare CAT Interstellar e l’intenzione di scriverne un sequel in modo da chiarire e concludere le vicende.

Il gameplay non è ottimo, ma neanche malvagio. Sia l’androide che DOG si comandano abbastanza bene e le azioni disponibili non sono tante: è possibile correre, saltare, spostare o distruggere cose. Quindi molto semplice e i movimenti corrispondono quasi sempre in modo esatto alla pressione dei tasti. Un forte calo di precisione si ha durante il gameplay dell’ultimo capitolo, in cui cambia il protagonista (ma non intendo svelarvi altro riguardo questo “misterioso” chapter 5). Precisiamo che è disponibile il supporto parziale per controller.

Androids

Graficamente vorrei apprezzarlo molto più di quanto poi non faccia in realtà. Ancora una volta l’idea è buona, ma lo sviluppo non è ottimale. Le texture, la scelta delle ombreggiature e dei colori, anche se andiamo a settarle nel migliore dei modi non ci daranno mai una resa perfetta. Rendono meglio invece alcuni soggetti come il protagonista DOG e gli androidi, alcune parti della navicella, ma il lato davvero buono della grafica si limita a questo. Un altro problema abbastanza fastidioso è il posizionamento, la grandezza e lo stile dei caratteri delle scritte che appaiono nei balloons quando gli androidi parlano. Il fumetto rimane sopra la loro testa, quindi se sono dietro di noi non avremo la possibilità di leggere e anche se volessimo limitarci ad ascoltare sarà faticoso perché i rumori di scena e colonna sonora tendono a coprire le voci. Sarà quindi necessario modificare i vari volumi durante il gioco.

Alcuni scorci magnifici ci sono

Per quanto riguarda il comparto audio, oltre al problema “voci” di cui abbiamo discusso poco sopra, mi soffermerei brevemente sui rumori di scena. La mia prima impressione non è stata al 100% positiva. Per quanto alcuni possano essere considerati ben fatti, altri sembrano essere stati registrati con microfoni poco professionali ed inseriti nel gioco senza un minimo di modifica, altri risultano invece totalmente artificiosi e fuori contesto.

Per concludere non definirei CAT Interstellar come gioco da Black List, ma come gioco da comprare in saldo. La durata è davvero esigua, poco più di un’ora, forse si può arrivare a due se si vuole esplorare ogni singolo anfratto, la storia ha grande potenziale ma poteva essere sviluppata in modo migliore, la qualità grafica non è eccelsa e durante il gioco noteremo degli improvvisi e fastidiosi drop frame.

Il gioco è disponibile unicamente in lingua inglese.

In offerta a 0,48€ per tempo limitato su Humble Bundle! 

CAT Interstellar

4.40€ - 4.99€
7.1

Grafica

6.5/10

Trama

6.5/10

Gameplay

7.8/10

Audio

6.7/10

Difficoltà (è equilibrata?)

8.0/10

Pros

  • Idea interessante ma...

Cons

  • ...sviluppata male
  • Drop frame
  • Poca longevità
Commenti

I più letti del mese

To Top