Hardware

Assistente domestico con a bordo Siri a breve?

Apple sembrerebbe volersi inserire all’interno di un mercato di assistenti vocali che ha già i suoi campioni indiscussi? Riuscirà l’azienda di Cupertino a spodestarli?

In un intervista con Gadget360 Phil Schiller, vice-presidente Apple e direttore globale del marketing, ha dato delle prime indicazioni riguardo un chiaccherato assistente domestico animato da Siri.
Piuttosto che parlare di Amazon Echo e Google Home, due prodotti che in questo momento dominano il mercato della domotica, Schiller ha preferito riferirsi a questi assistenti vocali quali insieme. Ricordando quanto Apple abbia investito in Siri Schiller ha descritto vantaggi e svantaggi dell’integrazione di un display su questa categoria di prodotti.
Schiller ha descritto, ribadendo l’ovvio, situazioni dove un display non è necessario e i controlli vocali sono di gran lunga migliori, come per esempio alla giuda di un auto, ma un display potrebbe essere utile a visualizzare mappe, foto e giochi. “Penso che gli assistenti vocali abbiano un potenziale immenso, la loro intelligenza migliorerà a vista d’occhio, faranno sempre di più per noi, ma l’importanza di uno schermo rimarrà per noi molto importante” dice Schiller.
Stando a queste affermazioni potremmo presupporre che il rivale di Apple ad Amazon Echo arriverà con uno schermo, e questo non ci meraviglia anche alla luce del nuovo progetto Echo Show di Amazon che vede l’assistente del colosso equipaggiato da un touchscreen.

Il piano di Apple di inserire questo tipo di prodotti all’interno delle case potrebbe però non andare a buon fine visto i rallentamenti avuti già durante il progetto HomeKit. Inoltre le API dell’Alexa di Amazon sono aperte, e quindi particolarmente invitanti per quelle aziende che vorrebbero creare dispositivi compatibili con ecosistemi domestici. Alexa ormai sta venendo integrata non solo all’internp dei prodotti della famiglia Echo ma anche all’interno di smartwatch, elettrodomestici e auto. Anche Google si sta muovendo nella stessa identica direzione.

Può uno speaker alimentato da Siri competere con Alexa e l’assistente di Google integrato ovunque? Apple dovrà combattere una dura battaglia ma è possibile che ne esca vincitrice. In fondo Apple in più occasioni è arrivata in ritardo a inserire dei suoi prodotti in nuove categorie, come accaduto recentemente con Apple Watch all’interno del panorama smartwatch, ma una volta inseriti diventano immediatamente di successo.

Commenti

I più letti del mese

To Top