Applicazioni & Software

Apple Wallet: come aggiungere carte fedeltà e biglietti aerei

In Italia Apple Pay è ufficiale da oggi, ma Apple Wallet c’è da qualche anno. Ora vi spiego come potete utilizzarlo e a cosa serve.

3 minuti

Tutti i clienti di Apple che hanno un iPhone abbastanza recente conoscono l’applicazione Wallet di Apple. La maggior parte di questi però la mettono in una cartella in fondo alla griglia della Home perché nessuna sa cosa farsene. Effettivamente Apple Pay, il servizio di pagamento made in Cupertino, non è ancora disponibile in Italia, anche se le recenti indiscrezioni fanno pensare ad un imminente arrivo, magari proprio nel corso del prossimo WWDC. Apple Pay è disponibile da oggi, 17 maggio, anche in Italia.

Nel frattempo però l’app è lì nel nostro iPhone, inutilizzata e per molti di noi del tutto inutile. Attenzione però, perché questo non è completamente vero. In effetti in Italia manca Apple Pay, ma il servizio di Apple Wallet c’è ed è bello che funzionante.

Segui Stintup anche su Facebook per supportare il nostro lavoro e non perderti nemmeno una notizia. Sulla nostra pagina Facebook arriveranno notizie in anteprima, Instant Articles esclusivi, video esclusivi, dirette e molto altro!

Il mio Apple Wallet. La carta iTunes è facile e semplice da inserire, tanto quanto inutile.

Apple Wallet è come il nostro portafoglio, tiene non solo le nostre carte di credito, ma anche altri documenti, come le carte fedeltà e molto altro.

Personalmente infatti utilizzo Appel Wallet per tenere le carte d’imbarco in modo da averle a portata di click una volta arrivato in aeroporto. Una volta aggiunta la carta di imbarco (è possibile farlo dalla mail con la carta dentro o dall’app della compagnia aerea, cliccando sul pulsante “Addo to Wallet”) il nostro iPhone ce la mostrerà nella lock screen quando ci troviamo in aeroporto e manca poco all’imbarco. Altrimenti basterà entrare nell’app Wallet e vederla lì presente.

Oltre alle carte d’imbarco personalmente aggiungo anche le informazioni sul soggiorno. Utilizzo Booking.com per le mie prenotazioni alberghiere e attraverso l’applicazione posso aggiungere le informazioni dell’hotel, contenente il codice di prenotazione, l’indirizzo, il telefono e altro, ad Apple Wallet.

La cosa più utile: le informazioni riguardati le prenotazioni alberghiere ma soprattutto quelle riguardanti il nostro volo.

C’è poco da fare: poter effettuare il check-in con il nostro iPhone senza dover tirare fuori altre carte è una comodità unica. Una piccola chicca che ho notato dal passaggio al mio vecchio Samsung Galaxy Note 4 ad iPhone 6S. Anche con il mio Note 4 potevo effettuare il checkin grazie alle app delle compagnie aeree, peccato che ogni volta gli addetti mi guardavano in modo strano e dovevo sempre prendere in mano il Note e sistemarlo bene per fargli leggere il codice a barre. Con iPhone questo problema non l’ho mai avuto, ovviamente perché, specie all’estero, sono in molti ad utilizzare il servizio. Sarà una cosa da poco, è vero, ma personalmente mi ha fatto sorridere e non poco.

Per aggiungere queste “tessere” ad Apple Wallet non è necessario scaricare le app dei relativi servizi. Anzi, se avete un Mac ed entrare in Apple Mail e precisamente nella mail di prenotazione alberghiera/carta d’imbarco, il sistema dovrebbe chiedervi automaticamente se volete aggiungere le informazioni ad Apple Wallet. Semplice e veloce, senza neppure toccare il vostro iPhone.

Come al solito Apple si dimostra perfetta nell’integrazione tra i suoi dispositivi. Purtroppo però l’azienda californiana è conosciuta anche per essere un po’ “chiusa”. Lo vediamo anche quando apriamo l’app Wallet e proviamo a scannerizzare il codice a barre delle nostre carte fedeltà. Ve lo dico subito: non funzionerà, almeno in Italia.

Fortunatamente esistono le API e alcuni sviluppatori più aperti di Apple. Io utilizzo Card Mate. E’ gratuita (in versione Lite) e permette di fare una cosa essenziale, almeno per ora: aggiungere le nostre carte fedeltà ad Apple Wallet. In realtà si possono aggiungere anche le carte di credito ed altre carte, però a mio parere non ha molto senso perché, ovviamente, non funzioneranno con il sistema Apple Pay.

Un’altra app ancora meglio è quella di uno sviluppatore italiano e si chiama 1Wallet. Costa poco più di due euro ma, ve lo assicuro, li vale tutti.

Infine potete utilizzare, in alternativa, anche Pass2U Wallet.

Grazie a questi due programmi (sceglietene uno dei due) potete aggiungere le carte fedeltà (e non solo) al vostro Apple Wallet (vedi immagine sotto).

Ovviamente anche qui ho nascosto alcune informazioni, però potete notare come sia riuscito a mettere sia la tessera dell’Esselunga sia quella di Trenitalia.

Nota di merito finale all’app Y-Me che permette di crearvi una business card (bigliettino da visita) da condividere tramite codice a barre attraverso l’app Apple Wallet.

Grazie ad Y-Me avremo anche il nostro bigliettino da visita all’interno di Apple Wallet.

Ciao! Siamo alla ricerca di blogger per le sezioni “Inside”, “Tecnologia” e “Motori”.
Per saperne di più e contattarci clicca qui.
Commenti

I più letti del mese

To Top