Inside

Il 737 Max porta Boeing in rosso per la prima volta in 23 anni

boeing 737

Boeing torna in rosso per la prima volta dal 1997 dopo un 2019 tragico in tutti i sensi a causa del 737 Max, che è ancora a terra dopo mesi.

Foto: Boeing 737 Max, Boeing Press

Boeing non trova pace dopo gli incidenti che hanno coinvolto i Boeing 737 Max e che hanno portato al divieto di volo su scala internazionale del velivolo.

Se volete saperne di più sulla vicenda, anche se credo ormai tutti sappiano cosa sia successo, vi lascio il link al nostro articolo scritto lo scorso anno e che entra più nel dettaglio della situazione.

Tutto ciò ha portato a conseguenze pesantissime per l’azienda americana, che ha chiuso il 2019 con una perdita pari a 636 milioni di dollari.

Nel mentre il Boeing 737 Max continua a restare a terra fino ad almeno metà 2020, sempre che non vengano trovati altri problemi.

La Borsa è stata tuttavia clemente visto che, quasi sicuramente, la notizia era già stata scontata in precedenza, senza togliere che le prime stime erano addirittura peggiori.

Nel frattempo Airbus ne approfitta e supera l’azienda americana dopo ben 7 anni che non avveniva.

Boeing ha infatti avuto pochi problemi prima del 2019, visto che dal 1997 non era mai andata in rossa nei suoi bilanci.

Pesano anche i pochi ordini che hanno portato al taglio della produzione del gigante di casa Boeing, il 787 Dreamliner, anche se una notizia positiva c’è: il 777X, altro gigante, sembra pronto e ben in forma, in attesa del primo volo che, però, non sarà a breve.

Fonte: Boeing

Commenti

I più letti del mese

To Top