Smartphone & APP

I 7 migliori password manager per Android, iOS, Mac e PC

password manager

Mi sono sempre chiesto se esiste un password manager perfetto per tutti. Dopo averne provati molti (circa una decina) ho deciso di stilare una lista dei migliori. Almeno secondo me

Per stilare la classifica dei migliori password manager ho scelto solo le applicazioni presenti per la maggioranza dei sistemi operativi, ossia Android, iOS, Mac e PC…o che almeno avessero una webapp, accessibile quindi via browser da qualsiasi sistema operativo.

Poi ho scartato quelle che mi sembravano meno popolari, per un semplice fatto di sicurezza. Ovviamente nessuna è sicura al 100%, perché tutto ciò che è online è alla mercè di tutti.

Però più grande è uno sviluppatore e più dati ha, più è probabile che abbia intrapreso misure di sicurezza maggiori. Io prediligo comunque quelle app che si affidano a cloud di terze parti come Google Drive o DropBox per caricare il database di password.

E’ infatti quasi certo che il cloud di società come Google sia più sicuro rispetto a quello di società minori e meno famose. Senza contare la garanzia della doppia autenticazione offerta da Google, che rende pressoché impossibile autenticarsi senza avere la password più lo smartphone configurato con la propria email e app di sicurezza.

Bene, a questo punto posso dirvi tranquillamente che tutte e sette le applicazioni che elencherò in questo articolo adottano dei buoni standard di sicurezza, sono abbastanza famose e con una larga base di utenza, oltre ad avere un’applicazione per ogni sistema operativo, almeno quelli più usati.

Vi dico sin da subito che non sono in ordine di preferenza, ma mi limiterò ad elencare una serie di vantaggi e svantaggi corredati da un mio commento in merito. Sarete voi poi a valutare quella migliore secondo le vostre esigenze e disponibilità economiche.

KeePass è il password manager completamente gratuito

KeePass è l’unica gratuita presente in lista; già questo è un punto a sua favore

La prima che vi elenco, nonché unica completamente gratuita, è KeePass. E’ un client opensource e quindi troverete diverse app compatibili con il relativo database per ogni piattaforma. Io ho provato KeePass2Android (per Android) e KeePass Desktop (per Mac). Per Windows ne esistono moltissime ma trovate anche l’originale sul sito web.

L’applicazione è completamente gratuita ma è allo stesso tempo limitata. E’ possibile creare un database dove andremo ad inserire le varie password. Poi possiamo caricare il database (crittografato) sui vari cloud di terze parti e andarli a ripescare con le app installate sugli altri dispositivi che abbiamo. In questo modo possiamo fare una sorta di sincronizzazione.

Purtroppo non sono riuscito ad effettuare un’importazione delle mie vecchie password, perché necessita di un file xml e nessuno dei miei vecchi client esegue un’esportazione nel formato richiesto, ma solo nel classico csv.

I vari client peccano anche a livello estetico e funzionale, con la mancanza in primis del supporto al lettore di impronte digitale, un must visto che tutti gli smartphone di ultima generazione lo integrano e ricordarsi la password principale spesso non è facile.

La sua forza, come detto, è il fatto di essere opensource. Quindi è probabile che in futuro qualche sviluppatore migliori la sua app, aggiungendo funzionalità extra.

Presenti anche i vari plugin per i browser, che si integrano abbastanza bene (a seconda del browser utilizzato).
Tuttavia è l’alternativa migliore se non si vuole spendere una cifra annuale o fissa per acquistare un servizio alternativo.

KeePass per PC | KeePass per Mac | KeePass per Android | KeePass per iOS

SafeInCloud è il password manager meno costoso / semi gratuito

SafeInCloud è il più economico tra quelli a pagamento, ma è completo in tutto

Il password manager SafeInCloud è invece l’alternativa più economica che mi viene in mente tenendo conto il rapporto qualità/prezzo. L’applicazione, sia per Android che per Mac, è davvero ottima. Non ho provato quelle per iOS e Windows ma leggendo online sono simili alle controparti e quindi direi che possiamo stare tranquilli.

Graficamente eccellente, importa in modo ottimale le password non solo da servizi concorrenti (sono presenti quasi tutti) ma anche dal browser Firefox.

Per avere tutte le funzioni dell’app come la sincronizzazione completa, bisognerà acquistare la versione Pro. Il bello è che una volta pagata siete a posto. E costa solo $4,99, mentre tutti i client, OS X compreso, sono gratuiti.

Personalmente ho apprezzato la possibilità di utilizzare l’impronta digitale per accedere (anche se non sempre funziona bene, a volte la richiede, mentre altre richiede la password), l’interfaccia grafica pulita, i plugin per i vari browser e il fatto che preleva le favicon (icone) dai vari siti web, così sarà più facile vedere di quale si tratta e la coerenza grafica sarà al top.

Inoltre apprezzo particolarmente l’app per Android, visto che possedendo uno smartphone con schermo amoled ho un debole per gli sfondi e i temi neri, cosa possibile con SafeInCloud visto che permette di cambiare tema.

Il plugin per Safari potrebbe essere migliore, ma è comunque comodo perché con un click inserirà in automatico le nostre password nei relativi campi. Purtroppo non ci chiede di salvare i dati quando ne immettiamo di nuovi in un sito web, come avviene per altre app.

La consiglio sia per il suo prezzo che per le varie applicazioni fatte in modo davvero ottimo.

Prova SafeInCloud

Enpass

Enpass è una delle mie preferite in assoluto. Apprezzo la sua semplicità d’uso e la somiglianza con 1Password

La terza alternativa, sempre economicamente parlando, è Enpass. Disponibile anch’essa per i vari sistemi operativi, ha delle ottime app, che rispecchiano l’interfaccia grafica dei vari sistemi operativi.

La versione gratuita permette fino a 20 account sincronizzati, però è possibile comunque aggiungerli manualmente. In caso contrario potete acquistare la versione premium che sbloccherà tutte le funzioni a circa 11 euro, per sempre! Anche qui quindi nessun canone annuo o mensile.

Rispetto alla precedente dovremo impostare manualmente la favicon/icona di ogni sito, non il massimo se si vuole tenere il tutto ordinato e si hanno molte voci. Però l’applicazione a mio avviso è decisamente meglio graficamente, anche a livello organizzativo, con varie cartelle e voci pre-impostate.

Particolarmente apprezzata anche la possibilità di rendere visibili tutte le password senza premere l’occhietto ogni volta.
Purtroppo non ho provato l’accesso con l’impronta digitale visto che funziona solo con Marshmallow; se ne avrò l’occasione aggiornerò sicuramente l’articolo.

Ho apprezzato particolarmente anche l’indicazione del grado di forza delle varie password e l’avviso di password uguali per i vari account.

Ottimo il plugin per i browser, con la possibilità di cercare direttamente un account, inserire quello relativo al sito visitato con la compilazione e login automatico (dopo averci fatto un doppio click) e la richiesta di aggiungere un account al database se non presente.

Buona anche l’importazione da altri servizi concorrenti, visto che ce ne sono presenti molti. Niente importazione del database di password dai vari browser purtroppo.

A mio avviso è la migliore considerando la variabile qualità/prezzo.

Prova Enpass

LastPass è il password manager più famoso

LastPass l’ho usato a lungo ed è uno dei miei preferiti, però il nuovo canone annuo mi ha fatto pensare se ne vale davvero la pena

Il servizio LastPass l’avrei dichiarato come migliore in assoluto fino a qualche mese fa, poi però è arrivata la versione 4.0 e se si vuole avere la sincronizzazione completa unita alle nuove app aggiornate bisogna pagare una tariffa annuale pari a 12$ all’anno.

Da un po’ di tempo è tornato completamente gratuito, ma per arrivare le funzioni complete con backup vanno spesi circa 2,67€ al mese. Non saranno molti ma neanche pochi, visto che andremo a pagare per sempre, mentre con le alternative sopra citate una volta pagata la tariffa saremo a posto.

E’ anche vero che le funzioni offerte da LastPass sono maggiori, le piattaforme sono eccellenti per tutti i vari dispositivi (accesso con impronte digitali compreso). La grafica delle app è davvero accattivane ma comunque semplice e funzionale. La possibilità di importazione ed esportazione, anche dai browser, è eccellente.

La web app è inoltre essenziale perché permette di accedere da qualsiasi dispositivo e funziona anche se non avete un account premium, così come la desktop app (Mac compreso).

Insomma LastPass è un’ottimo servizio compatibile con tutte le piattaforme, con ottime applicazioni superiori alla concorrenza, con un supporto e un team eccezionale alle spalle e con delle ottime estensioni per i browser.

Dashlane

Dashlane mi ha fatto innamorare purtroppo… già, perché il suo prezzo è davvero salato

Il quinto servizio di cui vi voglio parlare è Dashlane. A dire il vero ve ne avevo già parlato in un esaustivo articolo / recensione dedicato, dato che mi avevano offerto 6 mesi di prova gratuita in occasione del Mobile World Congress. La prova l’ho lasciata scadere senza rinnovare l’abbonamento, perché sinceramente per il mio utilizzo non mi andava di spendere quasi 40€ all’anno (3,33€ al mese).

Attenzione però perché se avete meno di 50 password potete utilizzarlo gratuitamente!

Vi dico subito però che ho fatto fatica ad abbandonarlo, perché non ho trovato nessun servizio alternativo che offrisse delle applicazioni allo stesso livello, specie in ambito desktop.

Senza contare poi l’integrazione con i browser, il login automatico ma soprattutto l’assistenza. Sì perché il punto forte è proprio quest’ultima, ossia il supporto offerto dall’azienda.

Ecco perché a mio avviso è più diretto ad un utenza business che alle persone comuni che al massimo detengono una decina di account o poco più, ma che comunque non hanno bisogno di tale assistenza.

Resta comunque il migliore che possiate provare in assoluto. Vi consiglio di scaricarlo e provarlo gratuitamente per 30 giorni, giusto per rendervi conto della sua comodità nell’uso di tutti i gironi, login automatico in primis.

Prova Dashlane

Keeper

Keeper è una buona applicazione, ma non vale il prezzo richiesto per sbloccarne tutte le funzioni

Quasi per caso l’altro giorno ho scoperto Keeper, un altro servizio che funziona davvero bene ma che purtroppo non apprezzo a causa delle app per Android (discreta) e OS X (appena sufficiente).

Tuttavia funziona discretamente, anche se a mio avviso non vale il prezzo richiesto: per circa 30€ all’anno c’è di molto meglio in commercio, e se avete letto l’articolo lo saprete bene.

Presente l’accesso con impronte digitali (che non ho testato non avendo pagato la versione Premium).

Credo che sarebbe ottima ad un prezzo che rispecchia il livello dei concorrenti citati in apertura di articolo, ma a questo prezzo è da tenere in considerazione come alternativa se piace la sua interfaccia grafica particolare e non si hanno problemi a pagarne il prezzo richiesto.

Sia chiaro, funziona anche con account gratuito, ma la ritengo inutile data la mancanza di sincronizzazione con gli altri device.

Prova Keeper

1Password

1Password era l’emblema del password manager, ma la concorrenza è agguerrita

Come ultima app, ma non per importanza o qualità, anzi, vi parlo della famosa 1Password. Un tempo l’eccellenza dei password manager per i dispositivi Apple, ora è finita quasi nel dimenticatoio, per colpa anche del suo ritardo nel fare un app per le controparti Windows e Android.

Il bacino d’utenza è ancora grande ovviamente, però le alternative sono decisamente più economiche e questo ha fatto sì che non è più il password manager per eccellenza.

Presente lo sblocco con impronta digitale. La grafica è davvero accattivante, semplice e pulita, su tutti i device. Ottima la sincronizzazione ma non l’import di un database da altri programmi, che mi è risultato sempre impossibile.

Purtroppo il tallone d’Achille di questa app è il suo prezzo. 2,99$ al mese.

Se invece fate il piano famiglia, pagherete 5$ al mese ma potete condividere l’account con altre 5 persone. Incluse avrete tutte le app premium e aggiornamenti per sempre.

Tuttavia la consiglio perché ha un’ottima integrazione con i vari sistemi operativi e le applicazioni sono tutte eccellenti. Se per voi i 3 o 5$ al mese non sono troppi, fateci un pensierino.

Prova 1Password

Non esiste il password manager perfetto, perché ognuno di noi ha un’esigenza diversa

Concludo l’articolo dicendo che a mio avviso non esiste un’applicazione perfetta per tutti. Ognuno ha le proprie esigenze.

Io per esempio, che utilizzo molto queste app sui sistemi operativi Windows 10, OS X e Android, apprezzo particolarmente Enpass e LastPass, ma anche SafeInCloud non la disprezzo per nulla.

Se avessi l’occasione di sfruttarla a dovere propenderei senza ombra di dubbio per Dashlane.

Va detto che, ad oggi, l’utilizzo di un Password Manager ha sempre meno senso visto che sia Google che Apple ne hanno uno integrato nel proprio sistema operativo (su Chrome nel caso di Google).

E secondo voi qual è la migliore? Quale app usate per tenere al sicuro le vostre password?

Offerte ancora attive:
 11€ gratis attivando Revolut* 
 Buoni Amazon gratis: come ottenerli 
 Amazon Prime Student: 90 giorni gratis 

*Attiva Revolut e caricala con bonifico o carta, Richiedi la carta fisica, Effettua un primo pagamento con la carta.

Commenti

I più letti del mese

To Top